Quantcast
Ripresa

Piaggio Aero, arriva una nuova commessa da 125 milioni: altri due P180 per le forze armate

Nuovo accordo quadro con la Difesa, ora il portafoglio ordini sale a 640 milioni

P180 Avanti Evo Piaggio

Genova. A pochi giorni dal termine ultimo per l’invio delle manifestazioni di interesse per l’acquisto dei suoi complessi aziendali, arriva per Piaggio Aerospace un nuovo contratto del valore di circa 125 milioni di euro. La società ligure, in amministrazione straordinaria dalla fine del 2018, ha infatti annunciato oggi la firma di un nuovo accordo quadro con il ministero della Difesa per la manutenzione dell’intera flotta dei P180 attualmente in dotazione alle varie forze armate: Aeronautica Militare, Marina Militare, Esercito Italiano e Arma dei Carabinieri.

L’intesa, sottoscritta a Roma tra la direzione degli armamenti aeronautici e per l’aeronavigabilità che fa capo al dicastero e il commissario straordinario di Piaggio Aerospace Vincenzo Nicastro, prevede in particolare che la società aeronautica garantisca per nove anni consecutivi il Supporto Logistico Integrato per tutti i velivoli P.180 di proprietà della Difesa, con l’obiettivo di mantenerli efficienti presso le diverse basi operative. Tra le attività previste: la manutenzione programmata, le manutenzioni straordinarie, la fornitura di servizi ingegneristici atti ad assicurare la navigabilità della flotta e la fornitura di parti di ricambio.

Questi  velivoli, tra le altre cose, sono destinati ad attività di trasporto persone, aeroambulanza, radiomisure e addestramento.

“La commessa annunciata oggi consente di rafforzare ulteriormente il posizionamento distintivo di Piaggio Aerospace nella manutenzione sia di velivoli sia di motori aeronautici, un segmento che vede l’azienda tra i principali operatori a livello internazionale”, ha commentato Nicastro. “Si tratta di un nuovo importante passo in avanti nel progetto di creazione di un polo unico nazionale per la manutenzione dei velivoli delle Forze Armate e un’ulteriore tappa nel processo di rilancio della società, che vedrà a breve la chiusura della prima fase del bando internazionale di vendita”.

Piaggio Aerospace si presenta ai potenziali compratori, che hanno tempo sino al 29 maggio per inviare le proprie manifestazioni di interesse, con un carnet di ordini in esecuzione di 640 milioni.

Proseguono intanto, nel massimo rispetto dei protocolli di sicurezza a tutela dei lavoratori, le attività produttive nelle sedi di Villanova d’Albenga, di Genova e di Roma. Sta progressivamente andando a regime anche la produzione velivoli: a questo proposito, Nicastro ha confermato di aver riattivato la catena di fornitura per la realizzazione dei nuovi velivoli P.180 previsti nel contratto con le Forze Armate. In particolare, sono stati emessi gli ordini alla LaerH di Albenga relativi alla produzione delle fusoliere, mentre sono stati commissionati a Pratt & Whitney Canada i motori necessari per la realizzazione di nuovi aerei previsti nel contratto. Partirà a breve anche il cantiere di ammodernamento del primo dei 19 velivoli Avanti e Avanti II attualmente in forza al comparto Difesa.

Dopo un inevitabile incremento del numero di persone coinvolte nella cassa integrazione Covid nelle settimane centrali della crisi, è già ripartito da tempo il graduale rientro dei lavoratori, in particolare di quelli impiegati nella business unit velivoli. Attualmente è al lavoro oltre l’80% del personale in termini di posti lavoro equivalenti, 30% del quale in modalità smart working.

Piaggio è stata tra le prime aziende ad adottare le più stringenti misure per la protezione della salute di tutti i lavoratori e degli ospiti esterni.  L’azienda aggiorna costantemente il protocollo interno di sicurezza aziendale in base agli aggiornamenti delle disposizioni governative. Tra le misure prese: la misurazione della temperatura all’ingresso per tutti (dipendenti ed eventuali ospiti), distribuzione della mascherina per tutti i dipendenti, rigide misure di distanziamento con afflusso regolato nei luoghi comuni (mensa), contingentamento degli utilizzatori dei trasporti collettivi e, ove possibile, ricorso allo smart working.

Più informazioni
leggi anche
  • Il comunicato
    Piaggio Aero, Fiom: “Azienda utilizza cassa Covid per fare liste di lavoratori bravi e cattivi”
    Piaggio Aerospace Avanti EVO
  • 8 ore
    Piaggio Aero, sciopero lunedì 30 marzo per il mancato stop dell’azienda
    piaggio aeroporto villanova