Quantcast
Bene

Nuova ordinanza regione, Confcommercio: “Possibilità di vera ripartenza”

Paolo Odone presidente Confcommercio Genova esprime soddisfazione perché sono state accolte dalla Regione liguria le richieste fortemente volute da Confcommercio

Pubbliredazionali

Infatti a seguito del dpcm del 17 maggio 2020 vi erano perplessità e pareri contrastanti sulla regolamentazione degli accessi alle attività commerciali.

Genova. “La strada giusta per una vera ripartenza”. Questo il commento di Paolo Odone, presidente di Confcommercio Genova, alla notizia della nuova ordinanza regionale, che sarà vigente nelle prossime ore.

Con questo documento “viene finalmente chiarito che si applica esclusivamente la distanza interpersonale di un metro come indicato dalle Linee guida per la riapertura delle attività economiche e produttive della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome del 16 maggio 2020 – sottolinea Odone – Tra le rassicurazioni di particolare importanza, negli ambienti comuni delle strutture alberghiere è sempre obbligatorio rispettare la distanza interpersonale di almeno un metro e in ogni situazione stanziale, incluso durante l’uso dell’ascensore, si applicano le indicazioni relative al distanziamento interpersonale previste per la ristorazione”.

“Per fortuna pero è stato chiarito – sottolinea – che fanno eccezione le persone che appartengono allo stesso nucleo familiare o allo stesso gruppo di viaggiatori o occupano la stessa camera. Inoltre, fatto salvo il rispetto della distanza interpersonale tra le persone in fila, un servizio ai clienti effettuato da parte del personale di sala su una selezione di alimenti esposti, consentendo così un servizio a buffet ma assistito dal personale di sala”.

“Altro argomento che ci stava particolarmente a cuore – conclude Odone – e che non era sufficientemente chiaro riguardava le strutture ricettive. Adesso grazie a quanto deliberato da Regione Liguria le indicazioni che si applicano alle strutture ricettive alberghiere ed extralberghiere, complementari e alloggi in agriturismo, si applicano a tutte le strutture ricettive, alberghiere ed extralberghiere nonché agli alloggi destinati alla locazione breve”.