Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Matteo Gallotti lascia il Ligorna: “Ora inizieranno nuove esperienze”

Il messaggio di addio del difensore

Più informazioni su

Genova. Il Ligorna ha vissuto un finale di stagione amaro. La classifica del campionato di Serie D, a nove giornate dal termine, lo vedeva in ultima posizione. Un piazzamento che alla società genovese è costato la retrocessione in Eccellenza.

Nella prossima stagione è già certo che Matteo Gallotti non vestirà più la maglia biancoblù. Il difensore classe 1986 lascia il Ligorna dopo sei annate, nella prima delle quali vinse il campionato di Eccellenza.

Gallotti ha alle spalle una lunga carriera, iniziata con il Cuneo nel 2004/05, nella quale ha vestito le maglie di Sestri Levante, Carrarese, Valenzana, Ponsacco, Sestrese, Savona, Lavagnese e Vado.

Matteo ha reso noto il suo addio attraverso un messaggio sui social, che riportiamo. Al termine, preannuncia nuove esperienze.

“Ci siamo, il tempo passa troppo in fretta. Durante questi sei anni ho conosciuto persone e ragazzi che sono diventati amici e io purtroppo caratterialmente non so essere amico di tutti. Ho vissuto emozioni per il Ligorna che non mi hanno fatto dormire… Ho litigato, ho pianto, ho gioito, mi sono sbronzato, mi sono preso delle responsabilità sempre e solo per fare il bene della famiglia Ligorna. Questa esperienza mi ha arricchito a livello umano e poi come giocatore”.

“Mi piacerebbe essere al campo e comunicarlo di persona perché vorrei abbracciarvi tutti. Ricordi indelebili, dalla vittoria del campionato fino ad arrivare alla prima partita dove mi misi a disposizione della società come giocatore-allenatore e non riuscendo a dire la formazione dall’emozione, Zuno e Davide si avvicinarono e abbracciandomi mi dissero: ‘siamo tutti con te Matte’ e tutto lo spogliatoio applaudì”.

“Un pensiero speciale va a tutti i ragazzi che quest’anno avrebbero lottato fino all’ultimo secondo dimostrando di essere uomini veri e a quei dirigenti che ogni giorno nelle difficoltà di quest’annata mi dicevano: ‘dai Gallo siamo tutti con voi, ce la facciamo’… Grazie, vi porterò sempre nei miei ricordi più belli. Ora inizieranno nuove esperienze per me… Grazie Ligorna”.