Quantcast
Nuova ordinanza

In Liguria riapriranno anche giostre e piccoli parchi di divertimento

Il governatore Toti, al lavoro sulla nuova ordinanza, attacca chi non vuole votare a luglio

caravelle

Genova. La Giunta regionale è al lavoro su una nuova ordinanza che dovrebbe prevedere fra l’altro la riapertura “delle giostre e ai piccoli parchi divertimento. E poi orari più flessibili per negozi, parrucchieri ed estetiste”. E ancora “accordi tra Regioni confinanti per far rincontrare parenti e congiunti”. Lo annuncia il governatore Toti sulla sua pagina facebook.

Il problema relativo alle visite ai congiunti che abitano magari a una manciata di chilometri ma formalmente in un’altra Regione è stato sollevato più volte in queste settimane, ma il dpcm del Governo ancora non lo consente. Una soluzione virtuosa della vicenda è resa ancora più urgente dell’ordinanza emanata domenica dal governatore della Toscana che ha dato il via libera agli spostamenti entro comuni confinanti con quelli dell’Emilia Romagna dando comunicazione ai prefetti competenti.

Il post è anche un’occasione per polemizzare contro quanti non vogliono anticipare a luglio il voto per le amministrative: “Ora che il Paese sta riaprendo, rimandare il voto perché qualcuno ha paura del giudizio degli elettori e teme di perdere la poltrona, sarebbe un vero furto di democrazia e del diritto dei cittadini di decidere il proprio futuro” scrive Toti.

“Spero che il Presidente Mattarella – conclude il governatore – chiarisca al Governo (mai eletto dagli italiani) che il voto non è un optional della politica”.

leggi anche
  • La data
    Dal 1 giugno in Liguria riaprono i centri estivi, ancora da risolvere il nodo 0-3 anni
    Generica