Quantcast

Genova. Mentre infiammano le polemiche su quello che potrebbe essere l’evento di inaugurazione del nuovo ponte di Genova – l’ipotesi di popstar e dirette alla Sanremo non piace ai comitati dei familiari delle vittime, agli sfollati e a tanti genovesi – ieri sera una performance che invece sembra aver messo d’accordo quasi tutti per sobrietà, emozione ed eleganza.

Durante la trasmissione tv Che tempo che fa il cantautore Raphael Gualazzi, seduto a un pianoforte a coda trasportato sulla piazza del quartiere di Coronata, con vista sul viadotto ultimato nella sua struttura, ha cantato una propria versione di Genova per noi, nota per l’interpretazione di Paolo Conte.

“Grazie dell’opportunità”, le uniche parole riferite dall’artista marchigiano che già in passato era stato a Genova per girare all’interno dell’Acquario il video di una sua canzone.

Genova per noi, una canzone che non parla di Genova in realtà, ma dei basso piemontesi, ha però il suo senso, quello di raccontare una città con gli occhi degli altri. E sono molti gli occhi, da tutta Italia e non solo, puntati sul cantiere del ponte che sostituirà il Morandi.

leggi anche
  • Spettacolo?
    Amadeus a Fiorello: “Condurrò l’inaugurazione del nuovo ponte di Genova”
    Generica
  • Simbolico
    27 luglio l’orchestra di Santa Cecilia suona per il nuovo ponte ma non si sa se potrà avere un pubblico
    Generica
  • Rush finale
    Nuovo ponte, finiti i lavori sulla parte in acciaio: il viadotto sarà collaudato tra il 10 e il 20 luglio
    Generica