Accelerata

Fase 2, Toti punta l’11 maggio: obiettivo riapertura per negozi, parrucchieri, estetisti, bar e ristoranti

Il governatore: "Chiederemo modifiche nel Dpcm per un piano specifico". Pressing sulla task force di Colao per il via libera al turismo

Generica

Genova. Riaprire il commercio al dettaglio, parrucchieri ed estetisti, ma anche bar e ristoranti e non solo con la formula del take-away. L’obiettivo di Giovanni Toti è riuscirci entro l’11 maggio, possibilmente attraverso un’intesa col Governo che porti alla formulazione di piano specifico per la Liguria. È quanto emerge al termine di una giornata cruciale che ha visto una nuova riunione della task force ligure istituita per la fase 2 e altri contatti tra il governatore e Vittorio Colao nell’ottica di far ripartire il prima possibile anche il turismo.

“Domani ci sarà una nuova videoconferenza tra Stato e Regioni. È opinione di tutti che non si possa aspettare oltre, chiederemo di modificare il Dpcm per consentire alle singole Regioni di presentare piani di riapertura a partire dalla prossima settimana”, ha confermato Toti durante la conferenza stampa serale. La strada maestra, dunque, sarà ottenere un’apertura all’interno del decreto per conquistare uno spazio di autonomia. Ma non è l’unica strategia.

“In ogni caso – continua il presidente ligure – potremmo anche individuare alcune situazioni che possono già essere allargate a partire dalla settimana prossima. È comunque nostra intenzione chiedere al Governo la possibilità di stilare piani articolati e di conseguenza procedere ad alcune aperture”. Poi entra nel dettaglio: “Sicuramente il commercio al dettaglio, e dovremo ragionare di parrucchieri ed estetisti che stanno subendo un fortissimo danno, e anche la somministrazione di alimenti e bevande. Ma sono tutte ipotesi da verificare”.

Serrata la trattativa con la task force nazionale per avere il via libera sull’apertura dei confini regionali nel giro di poche settimane con l’obiettivo di far iniziare a giugno la stagione turistica. Nel frattempo si attendono dall’Inail le linee guida che riguarderanno in particolare la somministrazione di cibo e bevande e gli alberghi, linee guida che dovranno poi essere integrate dal gruppo di esperti coordinato da Alisa.

Più informazioni
leggi anche
Generica
Le faq
Fase 2, in Liguria via libera alle moto per attività sportiva o motoria
saldi estate 2014
Proposta
Fase 2, rinvio saldi ad agosto: la richiesta dei negozi d’abbigliamento per superare la crisi
Vita quotidiana coronavirus mascherine spesa fila poste vecchi
Innovazione
Fase 2, a Genova è nata una app per evitare le code fuori da negozi e supermercati
Generica
Commento
Fase 2, Toti sulla nuova ordinanza: “Nessuno approfitti della situazione credendosi più furbo”
Generica
Lettera aperta
Fase 2, le donne della Valpolcevera scrivono a Toti: “Perché la Liguria riapre se crescono i contagi?”