Fase 2, ecco il nuovo modello di autocertificazione da compilare e stampare (ma non per forza) - Genova 24
Aggiornamento

Fase 2, ecco il nuovo modello di autocertificazione da compilare e stampare (ma non per forza)

Ma non sarà obbligatorio: si potrà usare il vecchio modulo barrando le voci non più attuali

Generica

Roma. È stato pubblicato sul sito del ministero dell’interno il nuovo modello di autocertificazione (che in realtà è corretto definire autodichiarazione) ai sensi del Dpcm del 26 aprile. Cliccando a questo link è possibile scaricare il file pdf compilabile al computer prima di stamparlo.

Di fatto le uniche novità riguardano gli spostamenti tra comuni, che prima erano vietati e ora sono ammessi. Le visite ai congiunti, utilizzabili come motivazione per gli spostamenti all’interno della propria regione, sono comprese nelle ragioni di necessità che vanno poi specificate attraverso una dichiarazione più estesa. Il modello, come anche i precedenti, contempla le ordinanze delle Regioni che il firmatario afferma di conoscere.

Scaricare e stampare il nuovo modulo non sarà comunque necessario. Si potrà semplicemente utilizzare il foglio in vigore fino al 3 maggio barrando le voci non più attuali, come dimostrato a questo link.

leggi anche
Vita quotidiana coronavirus mascherine spesa fila poste vecchi
Cosa cambia
Fase 2, nuova ordinanza della Liguria: via libera a spesa e attività sportiva nei confini della provincia
Coronavirus: scene di vita quotidiana a Genova, mascherine e trasporto pubblico
Dubbi
Fase 2, anche gli amici sono “congiunti”? Nemmeno la circolare del Viminale aiuta a chiarire