Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Coronavirus, per la prima volta calano i positivi in Liguria: 4 in meno nell’ultima giornata

133 nuovi contagiati, 120 nuovi guariti con doppio tampone negativo e 17 nuovi decessi

Più informazioni su

Genova. Calano per la prima volta i positivi al coronavirus in Liguria. Emerge dal bollettino diffuso dalla Regione coi dati del ministero della salute: ad oggi risultano 4 persone contagiate in meno di ieri, per un totale di 5.181 e di questi 3.065 in provincia di Genova.

Nelle ultime ore, infatti, si sono registrati 133 nuovi contagiati, 120 nuovi guariti con doppio tampone negativo e 17 nuovi decessi, portando quindi il numero dei positivi sul territorio a calare rispetto al dato del 30 aprile. Dall’inizio dell’emergenza i casi totali sono 8.124.

Nelle ultime 24 ore sono stati eseguiti 2.437 tamponi, per un totale di 51.199 dall’inizio dell’emergenza. Il bilancio dei morti è di 1.182 persone. La maggior parte dei pazienti viene trattata a domicilio (2.784, scesi di 22 unità rispetto a ieri), 734 sono ancora in ospedale (11 meno di ieri) e di questi 68 in terapia intensiva (uno meno di ieri).

 Di seguito la situazione negli ospedali genovesi e del Tigullio.

Villa Scassi = 105 (11 UTI)
San Martino = 148 (24 UTI)
Galliera = 102 (2 UTI)
Evangelico = 27 (2 UTI)
Gaslini = 3
Asl4 = 54 (4 UTI)

Qual è la differenza fra “attualmente positivi” e “casi totali”? Gli “attualmente positivi” rappresentano la prevalenza, lo standard internazionale dell’epidemiologia che indica quanti casi sono presenti *contemporaneamente* in una popolazione (i dati della giornata sono quelli delle ore 14.00), e indica quanti sono i positivi in Liguria, escludendo dunque chi è guarito (negativo al doppio test) e chi è purtroppo deceduto. I “casi totali” indicano l’incidenza, un altro indicatore epidemiologico che prende in considerazione tutti i casi dall’inizio dell’epidemia, dunque somma agli attualmente positivi anche i guariti e i deceduti. Nel futuro questi due indicatori tenderanno a divergere: il primo in discesa verso lo zero, il secondo in salita fino a fermarsi alla cifra totale dei contagiati finali.

Perché i dati della Protezione Civile sono diversi? I dati sono gli stessi, quello che cambia è il modo di sommarli: la Protezione Civile indica i “Casi totali”, ovvero come spiegato poco sopra la somma di ospedalizzati + domiciliati + positivi clinicamente guariti + guariti + deceduti. Nella tabella della Protezione Civile è diversa (minore) anche la cifra nella colonna “Totale attualmente positivi” rispetto alla cifra degli attuali positivi di Regione Liguria: questo perché il Dipartimento di Protezione Civile sottrae ai positivi anche i dimessi (colonna verde), ovvero pazienti clinicamente guariti che però sono ancora positivi (e che Alisa e Regione Liguria conteggiano fra gli attualmente positivi, almeno fino alla loro effettiva negativizzazione con doppio test). Ricordiamo infine che la Protezione Civile non ha una raccolta dati propria: sono le Regioni a trasmettere i conteggi alla Protezione Civile, che poi li usa per pubblicare la tabella quotidiana