Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Coronavirus, in Liguria saldi posticipati al 1° agosto: “Decisione necessaria per negozi e clienti”

Sarà comunque possibile effettuare promozioni e sconti sulla merce invenduta nei 40 giorni precedenti

Più informazioni su

Genova. “Ora più che mai è necessario adattarci, anche così, a questa nuova situazione, per offrire il massimo sostegno possibile a tutto il nostro tessuto commerciale”. È il primo commento dell’assessore allo sviluppo economico e al commercio Andrea Benveduti, dopo aver proposto e approvato nell’odierna giunta regionale la delibera che posticipa dal 4 luglio al 1° agosto la data d’inizio dei saldi estivi in Regione Liguria, in considerazione della straordinaria situazione di emergenza causata dal contagio da Covid-19. Sarà comunque possibile effettuare promozioni e sconti anche sulla merce invenduta nei 40 giorni precedenti.

“Abbiamo accolto favorevolmente le richieste inoltrate dalle associazioni di categoria delle imprese del commercio maggiormente rappresentative a livello regionale. Riteniamo sia stata una decisione necessaria sia per i commercianti che per i consumatori“, spiega l’assessore.

“Il blocco della maggior parte delle attività commerciali ha provocato ricadute pesantissime su tutta l’economia ligure, comportando per gli esercenti commerciali una totale assenza di incassi. Spostare di un mese i saldi e concedere al contempo la possibilità di organizzare alcune vendite promozionali, anche nei 40 giorni antecedenti i saldi stessi, significa consentire la commercializzazione in tempi consoni di merci e prodotti, non solo relativi alla stagione in corso, ma anche rimasti in giacenza e inerenti la precedente”.

“Ci auguriamo – conclude Benveduti – che anche questo provvedimento contribuisca ad un progressivo recupero della normalità, senza commettere l’errore di abbassare la guardia”.