Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Coronavirus: in Liguria ancora morti e contagi, aumentano i ricoverati in ospedale

Gli ospedalizzati sono 8 in più rispetto a ieri, meno di 1.500 tamponi eseguiti nelle ultime ventiquattr'ore

Più informazioni su

Genova. Aumenta di 8 persone il numero dei pazienti ricoverati in Liguria a causa del coronavirus. Emerge dall’ultimo bollettino diffuso dalla Regione Liguria in base ai dati del flusso ministeriale. Oltre al dato degli ospedalizzati si segnalano ancora 6 decessi e 12 nuovi contagiati nelle ultime ventiquattr’ore, anche se il numero dei positivi complessivamente continua a calare (rispetto a ieri sono 108 in meno, 2.927 in tutto).

Sul dato delle strutture ospedaliere pesano alcuni nuovi ricoveri a Genova (uno al San Martino, 4 al Galliera, 5 al Villa Scassi) e uno nella Asl 2 savonese. Nessuno di questi, però, è in terapia intensiva. In tutto ci sono 22 pazienti al San Martino (2 in terapia intensiva), 39 al Galliera, 40 al Villa Scassi (solo uno in terapia intensiva), uno a Lavagna. “Sono dati che non ci preoccupano, normalmente sabato e domenica le dimissioni calano. Siamo convinti che domani il saldo tornerà sotto i 200 ospedalizzati”, ha commentato il presidente Giovanni Toti in diretta Facebook.

Da rimarcare anche il dato dei tamponi effettuati, 1.471 in più rispetto a ieri (e quindi ancora molto lontano dall’obiettivo prefissato dei 3mila test giornalieri), dato che comprende comunque i tamponi eseguiti più volte sulle stesse persone. In tutto dall’inizio dell’emergenza ne sono stati analizzati 106.363.

In isolamento domiciliare ci sono 466 persone (120 in meno rispetto a ieri), il totale dei guariti con doppio test negativo ammonta a 5.271 (114 in più) mentre i positivi dimessi dall’ospedale e curati a casa sono 2.258 (4 in più). Con gli ultimi decessi il bilancio delle vittime sale a 1.463.

Nelle ultime ore tra gli ospedali genovesi solo il Villa Scassi ha segnalato due morti: un uomo di 79 anni ricoverato nel reparto di cardiologia con comorbidità deceduto oggi e una donna di 86 anni ricoverata nel reparto di medicina con comorbidità deceduta anche lei oggi.