Quantcast
Sanità

Coronavirus, entro il 22 giugno riaprono i Cup in Liguria: tutta l’estate per recuperare le visite

L'annuncio di Toti: "Speriamo di non avere brutte sorprese, ma non molleremo fino a quando non ci sarà un vaccino"

ricetta farmaceutica

Genova. Tra il 15 e il 22 giugno riapriranno i Cup e riprenderanno le visite ambulatoriali, anche quelle che non sono urgenti. Lo ha annunciato il governatore della Regione Liguria Giovanni Toti sulla propria pagina Facebook.

“Stiamo ancora discutendo sulla data – ha spiegato -. Se i passaggi tra regioni si aprono il 3 giugno, noi terremo precauzionalmente due settimane per non avere brutte sorprese. Poi, una volta passate queste, l’Italia sarà tornata alla normalità e potremo dedicarci a recuperare a luglio, agosto e settembre tutte le visite, sperando di non avere brutte sorprese”.

Le “brutte sorprese” alle quali si riferisce Toti alludono a una possibile recrudescenza del coronavirus a partire da ottobre, opinione condivisa da molti virologi (anche se oggi hanno fatto notizia le dichiarazioni dei medici Bassetti e soprattutto Zangrillo secondo il quale “il virus clinicamente non esiste più”).

“Non so se dire se è realistico o troppo prudenziale, ma vi posso dire che non molleremo fino a quando non ci sarà un vaccino – ha aggiunto il presidente ligure -. Noi non smobiliteremo niente, terremo 200 terapie intensive, letti Covid, reparti, pre-triage fuori dagli ospedali pronti per intervenire ed essere immediatamente operativi”.

Più informazioni
leggi anche
  • Da sapere
    Ospedali, ambulatori, visite e servizi: ecco cosa cambia a Genova dopo il lockdown
    Ambulatorio medico
  • Polemica
    Sanità, Pd e Linea Condivisa all’attacco della Regione: “Su ripristino Cup io speriamo che me la cavo”
    San Martino ospedale pronto soccorso codice rosso sanità policlinico
  • Sanità
    Riapertura Cup, vertice Asl e Alisa: ancora due settimane d’attesa, orari e processi da definire
    ricetta farmaceutica