Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Casello di Genova Est chiuso per galleria a rischio, Autostrade: “Riaprirà lunedì 25 maggio” fotogallery

Nei prossimi giorni analisi approfondite e carotaggi per verificare la tenuta del calcestruzzo

Più informazioni su

Genova. Rimarrà chiuso almeno fino al 25 maggio il casello di Genova Est dopo le ispezioni nella galleria Campursone II che hanno indotto i tecnici dell’azienda Proger, ingaggiata da Autostrade, a effettuare ulteriori approfondimenti. A comunicarlo è la stessa Aspi in una nota. Il casello avrebbe dovuto riaprire stamattina alle 6, ma quello che sembrava un controllo di routine si è trasformato in una vera e propria indagine.

Una chiusura improvvisa che ha provocato disagi al traffico, con qualche coda stamattina al casello di Genova Ovest. Ora il weekend dovrebbe escludere il rischio di problemi più gravi.

Con l’ausilio di tecnologie avanzate (georadar e laser scanner) gli ispettori del pool di società composto dal Gruppo Lombardi, Rocksoil e SWS completeranno l’ispezione approfondita entro la serata di oggi. Le attività stanno impegnando una task force di oltre 30 tecnici, che oltre all’ispezione del rivestimento eseguirà carotaggi per determinare le resistenze del calcestruzzo e videoscopie del rivestimento – in linea con le misure concordate con l’ufficio ispettivo territoriale del Mit – e darà immediato corso alle attività di progettazione nei punti individuati all’interno del fornice.

La riapertura al traffico è prevista al momento tra la notte di domenica 24 maggio e le prime ore della mattina di lunedì 25 maggio la riapertura al traffico, appena saranno terminati gli interventi di messa in sicurezza disposti, conclusi i quali si potrà riaprire alla viabilità in orario diurno.

“Autostrade per l’Italia si scusa per i disagi generati agli automobilisti e alla cittadinanza ligure. I tecnici della società stanno lavorando per portare a compimento le attività di ispezione e manutenzione delle gallerie cittadine, dando priorità al rigore dei controlli”, si legge nella nota.