Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Boom di scampagnate ed escursioni, dalla Regione la guida pratica “Andar sicuri”

I documenti saranno presto sul sito dell'ente, un vademecum per escursionisti e gestori per affrontare la fase 2

Genova. Un vademecum per garantire escursioni sicure sui sentieri liguri nella Fase 2. Il testo, intitolato “Andar sicuri per sentieri: vademecum per escursionisti e non”, è stato voluto dall’assessore regionale Stefano Mai e sarà pubblicato nei prossimi giorni sul sito di Regione Liguria.

“Si tratta di un documento molto importante – spiega l’assessore – abbiamo redatto una guida che riguarda la rete escursionistica della Liguria (Rel) e i parchi regionali, in modo da favorire il rispetto dei comportamenti adeguati volti alla prevenzione del contagio da Coronavirus”.

“Il documento Andar sicuri per i sentieri rappresenta una guida completa, sia per la fruizione dei sentieri e delle aree naturalistiche, sia per la loro gestione. Per questo motivo abbiamo anche predisposto il documento denominato #iocamminosicuro che rappresenta un estrapolato in cui sono indicate le sole raccomandazioni per gli escursionisti”, continua Mai.

“A seguito della pandemia di Covid-19, le persone stanno riscoprendo l’importanza del legame con la natura e con il nostro splendido territorio – prosegue – Ci aspettiamo che nei prossimi mesi, sia i residenti, sia i turisti, vorranno approfittare dei 4.546 chilometri di sentieri liguri per passeggiate ed escursioni. Per questo motivo il documento di oggi rappresenta un importante supporto per l’attività di prevenzione del rischio, ma anche di stimolo al turismo e all’economia verde della Liguria”.

“Il testo è articolato in cinque parti. La prima riguarda gli escursionisti, con tutte le norme che rientrano nel distanziamento sociale, cui si aggiungono le precauzioni generali da adottarsi in caso di escursioni e le buone abitudini di rispetto dell’ambiente. La seconda parte riguarda la Safety App Mobile che consente di essere tracciati in caso di emergenza. La terza si occupa delle buone pratiche da mettere in campo per il contrasto al Coronavirus. La quarta e la quinta, invece, riguardano prettamente i gestori, quindi tutte le prescrizioni inerenti il mantenimento dei sentieri e delle aree verdi, o l’organizzazione delle stesse per consentirne la fruizione da parte del pubblico”.

I documenti saranno condivisi con le associazioni di categoria, gli enti interessati e da lunedì saranno a disposizione sul sito di Regione Liguria e sul sito Agriligurianet.it”.