Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Blockchain ICO: cos’è perché è importante conoscerlo

Più informazioni su

Uno degli sviluppi della blockchain riguarda il campo del crowdfunding e del finanziamento sotto forma di Venturing verso startup. L’ICO (Initial Coin Offering) è una modalità di Crowd funding innovativa totalmente basata sulla criptovaluta.

L’Offerta iniziale di monete (altrimenti definita anche offerta di token iniziale o vendita di token) sta portando una serie di importanti innovazioni nel mondo di Venturing e rappresenta sotto tutti gli aspetti una sorta di IPO (Initial Public Offer) interamente gestita con criptovaluta sulla blockchain.

L’ICO è uno strumento rivoluzionario nel mondo di Venturing perché ti consente di superare le rigide regole dei processi di valutazione tradizionalmente seguiti da fondi e banche a cui siamo abituati negli ultimi anni. D’altra parte, si tratta di un’operazione rivolta a nuove aziende che operano nel settore blockchain o che ha sviluppato o sta sviluppando soluzioni basate su blockchain. In particolare, l’ICO si svolge con la vendita di token da parte della startup che cerca risorse sul mercato. I token possono essere “scambiati” con criptovaluta come Bitcoin o Ether. La proposta di investimento che viene attuata proprio attraverso la “vendita” di token si basa sulla presentazione di un piano industriale o di un progetto commerciale. L’ICO, come l’IPO, è progettato per “dare fiducia” e una risorsa per un’idea, che mira specificamente a far crescere la blockchain e trova il suo consenso nella comunità che opera sulla blockchain.

Che cosa è esattamente un’Offerta Iniziale di Moneta

L’emissione di token per la remunerazione dei “servizi” di verifica e controllo ha consentito la creazione di un nuovo metodo di finanziamento che ha preso il nome di Offerta Iniziale di Monete proprio a causa del ruolo che le monete sono chiamate a svolgere nel promuovere lo sviluppo del compagnia stessa. Il token viene emesso agli investitori in cambio di valuta digitale e allo stesso tempo gli investitori possono utilizzare i token ricevuti per usufruire dei servizi innovativi forniti dalla startup o possono venderli quando il mercato li apprezza e possono garantire il markup.

I finanziatori possono utilizzare Filecoin per acquistare spazio di archiviazione oppure possono scambiarli per vendere la propria partecipazione nell’azienda con Filecoin. In questo modo, se la società riesce a creare questo mercato di archiviazione digitale, il valore dei Filecoin aumenterà molto probabilmente. I finanziatori possono utilizzare Filecoin per acquistare spazio di archiviazione oppure possono scambiarli per vendere la propria partecipazione nell’azienda con Filecoin. In questo modo, se la società riesce a creare questo mercato di archiviazione digitale, il valore dei Filecoin aumenterà molto probabilmente. I finanziatori possono utilizzare Filecoin per acquistare spazio di archiviazione oppure possono scambiarli per vendere la propria partecipazione nell’azienda con Filecoin. Apri il tuo Bitcoin Banker per guadagnare denaro da bitcoin.

Per comprendere l’ICO devi iniziare dal crowdfunding

Ma per capire il valore dell’ICO dobbiamo guardare alla logica del crowdfunding. Se pensi che solo nel 2015 le piattaforme di crowdfunding abbiano permesso di aumentare i finanziamenti per qualcosa come 34 miliardi di dollari, capisci le ragioni del consenso che circonda e accompagna questo metodo di finanziamento per startup e investitori. L’ICO porta il crowdfunding a un nuovo livello, grazie all’aiuto della tecnologia e grazie alle logiche della blockchain è possibile collegare il valore dell’investimento con il valore della comunità che crede in quell’investimento. I token esprimono che il valore dell’asset è un “titolo” che può essere utilizzato da tutti i partecipanti per contribuire attivamente a far funzionare l’azienda in cui investe e aumentarne il valore.

L’aspetto tecnologico dei token e quindi degli ICO è complesso e complesso, ma c’è un punto che deve essere sottolineato in particolare. Le condizioni transazionali collegate ai token non sono “solo” definite nella fase ICO, ma sono “scritte” nel codice token stesso. L’ICO può fare affidamento sulla logica dei contratti intelligenti garantendo la massima trasparenza, apertura e tracciabilità su ogni singola transazione. Le operazioni di revisione, ad esempio, possono essere accelerate e persino automatizzate.