Incentivi

Ansaldo Energia, accordo coi sindacati: più turni di lavoro per recuperare il tempo perso

"Necessario recuperare i due mesi e mezzo di fermo aziendale a causa dell'emergenza coronavirus"

ansaldo energia

Genova. Ansaldo Energia, le organizzazioni sindacali hanno sottoscritto un accordo per incentivare la produttività a causa della sospensione delle attività produttive dovute all’emergenza sanitaria Covid.

“E’ evidente la necessità di recuperare i circa 2 mesi e mezzo di fermo aziendale. Questo fermo, se recuperato, ci permetterà di rispettare i tempi di consegna previsti per le varie commesse ad oggi in lavorazione (Porto Marghera, Turbigo e Presenzano), evitando così il rischio di incorrere in penali, che in questo particolare momento aziendale, potrebbero avere impatti estremamente negativi. L’ accordo regolamentato secondo i criteri di rispetto del diritto al riposo settimanale, prevede un impianto incentivante proporzionale, è di carattere prettamente volontario che riteniamo sia una condizione imprescindibile”, spiega Marco Bergamini, delegato della Fim Cisl Genova.

L’accordo è valido a partire dal 1 giugno al 31 dicembre, e pertanto entro tale limite temporale è necessario raggiungere gli obiettivi paganti. Le giornate considerate ai fini dell’obiettivo saranno tutti i sabati o domeniche compresi nel periodo sopraelencato: sei ore lavorative saranno sufficienti per garantire la validità del turno per il conteggio totale. “Come Fim riteniamo sia un ottimo accordo che premia la disponibilità dei lavoratori e delle lavoratrici, puntando al raggiungimento di obiettivi strategici aziendali”, sottolinea Alessandro Vella, segretario generale Fim Cisl Liguria

leggi anche
Ansaldo Energia sotto ponte Morandi
Ripartenza
Ansaldo energia, firmato l’accordo: dal 18 maggio riprende la piena produttività
ansaldo
Deciso
Ansaldo Energia, l’assemblea dei soci da il via libera ad aumento di capitale da 450 milioni
Coronavirus generica test
Accordo
Coronavirus, Ansaldo Energia attiva i test sierologici sui dipendenti: ecco come funzionano