Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

5G, il comune di Arenzano sospende installazioni di antenne “in attesa di certezze su sicurezza” foto

Il primo cittadino vuole un pronunciamento inequivocabile dell'Istituto superiore della Sanità

Più informazioni su

Genova. Il comune di Arenzano ferma, per il momento, la tecnologia 5G, in attesa che l’Istituto Superiore di sanità italiano si pronunci sulla sua sicurezza.

A formalizzarlo il sindaco stesso, Luigi Gambino, con una direttiva indirizzata al segretario generale dell’amministrazione civica, che segue la decisione della giunta: “La prego voler prendere atto che nel caso arrivassero proposte per l’installazione di antenne per le radiofrequenze del 5G, queste saranno sospese fino a quando L’Iss non si pronuncerà sulla sicurezza delle stesse“.

In altre parole il parere della giunta che guida il comune di Arenzano è negativo “in quanto non si conosce se tale tecnologia può avere ricadute negative sulla tutela della salute della cittadinanza”.

Il comune di Arenzano, quindi, si aggiunge all’elenco dei circa 400 comuni italiani che in questi mesi hanno sospeso la sperimentazione in attesa di certezze sull’impatto di breve, medio e lungo periodo di questa nuova tecnologia che permette la trasmissione di dati in quantità e velocità molto superiori alle tecnologie oggi diffuse e in uso.

Ma cosa dice l’Iss? “I dati disponibili non fanno ipotizzare particolari problemi per la salute della popolazione connessi all’introduzione del 5G. Tuttavia è importante che l’introduzione di questa tecnologia sia affiancata da un attento monitoraggio dei livelli di esposizione (come del resto avviene già attualmente per le attuali tecnologie di telefonia mobile) e che proseguano le ricerche sui possibili effetti a lungo termine”. Questa è la conclusione dello studio pubblicato sul sito dell’istituto lo scorso agosto.