Quantcast
Fase 2

Riaperture anticipate, Toti punta al 27 aprile: “Faremo ordinanza, aspettiamo le decisioni del Governo”

Possibile via libera agli spostamenti tra comuni, attività sportive individuali, produzioni strategiche e ristoranti con take-away

Generica

Genova. “Alcuni aggiustamenti ci saranno già nella giornata di lunedì, li comunicheremo domenica sera aspettando che il governo prenda le proprie decisioni”. Così il presidente Giovanni Toti ha confermato che la Liguria anticiperà alcune delle riaperture previste per la fase 2 attraverso un’ordinanza regionale.

Il provvedimento, secondo quanto emerso nelle ultime ore, potrebbe riguardare gli spostamenti delle persone – che sarebbero consentiti all’interno della Liguria o della propria provincia di residenza anche per motivi diversi da lavoro e necessità urgenti – ma anche la possibilità di praticare attività sportive individuali lontano da casa (compresa la pesca non professionale in mare aperto), la riapertura dei cantieri edili e dei piccoli cantieri navali, il via libera ai ristoranti per il servizio take away, ai servizi di cura alla persona come parrucchieri e centri estetici e ad alcune attività artigianali del settore alimentare tuttora chiuse (come le pasticcerie).

“Esiste l’ipotesi che il governo possa autorizzare alcune tipologie di imprese da lunedì 27, come i cantieri edili e le attività legate all’export, mentre il resto delle attività ripartirebbe il 4 maggio – ha precisato Toti – ma faremo comunque un’ordinanza. Ma su modalità e orari dobbiamo lavorare ancora per 24 ore”.

La ripresa dello sport inizierà comunque dalle attività individuali e amatoriali allargandosi via via all’agonismo e alle discipline di squadra con “regole condivise per contenere il più possibile il rischio di nuovi contagi”, come previsto ‘Patto tra sport e salute’ siglato in giornata dagli assessori regionali a sanità e sport, Ilaria Cavo e Sonia Viale, in vista della ‘fase 2’. Per questo sarà costituito un gruppo di lavoro ristretto che tracci proposte non solo per una possibile riapertura degli impianti ma anche e soprattutto, in questo momento, per l’attività motoria, che “pensiamo potrà riprendere in tempi più ravvicinati, facendo da traino all’attività sportiva in senso stretto”.

leggi anche
  • Fase 2
    Edilizia, cantieri navali, ristoranti e attività sportive: la Liguria chiede di ripartire già il 27 aprile
    Generica
  • Calma
    Conte frena Toti: “Riaperture il 27 aprile? Serve prudenza, chiudiamo la fase 1 in maniera armonica”
    Generica
  • Soldi
    Regione Liguria: contributi fino a 15mila euro per mascherine, barriere e sistemi di sanificazione
    Generica
  • Ci siamo
    Quasi pronta l’ordinanza della Liguria: da lunedì jogging e passeggiate senza limiti orari, asporto per ristoranti e pizzerie
    Generica