Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Recco, polemica per distribuzione mascherine “swiffer”, il sindaco: “Mandate da protezione civile”

Consegnate questa mattina insieme ai buoni spesa

Più informazioni su

Recco. Proteste e critiche questa mattina a Recco, a seguito della distribuzione alla popolazione di mascherine Montrasio divenute famose in queste settimana perché chiamate “modello Swiffer” per la somiglianza allo straccio da alcuni esponenti politici nazionali.

Le mascherine sono state consegnate durante la distribuzione dei buoni spesa organizzata dal Comune di Recco, suscitando qualche perplessità tra i cittadini, anche per la tipologia di consegna, fatta in buste non sigillate e senza marchiatura della protezione civile.

Le critiche però sono respinte al mittente dal sindaco Carlo Gandolfo, che spiega che “Sono presidi distribuiti in questi giorni dalla Protezione Civile, e sono certificate equivalenti a quelle chirurgiche – sottolinea – Sono in dotazione anche ai nostri agenti della locale e dipendenti pubblici”.

A Recco, da qualche giorno, vige l’obbligo di indossare mascherine per spostarsi in luoghi pubblici: “Come amministrazione abbiamo deciso di distribuirle a chi suppostamente ha difficoltà in questo momento, visto che richiede i buoni spesa – sottolinea Gandolfo – per un totale di 444 unità, due a testa per ognuno dei 222 destinatari dei buoni, buoni che stiamo finanziando, oltre che con il contributo del governo, anche con fondi comunali”.

Nelle scorse settimana la distribuzione di questo modello di mascherine era stata interrotta per quanto riguarda le strutture sanitarie che richiedono un altro tipo di omologazione.