Quantcast
Via reta

“La mamma del mio amico si sente male”, ma è una bugia: 23enne multato per la seconda volta

Quando i poliziotti si sono offerti di accompagnarlo per aiutarlo ha dovuto confessare

Sedi istituzionali e palazzi del governo

Genova. Continuano i controlli della polizia di Stato per il rispetto delle misure anti contagio. Ieri sera poco prima delle 23 in via Reta a Sampierdarena i poliziotti di una volante hanno visto un giovane che correva freneticamente e hanno deciso di fermarlo.

Il 23enne genovese raccontato che è stato contattato da un suo amico perché la madre aveva avuto un malore.

Gli operatori a quel punto si sono offerti di aiutarlo e così lui ha ammesso di aver inventato la storia per non essere multato.

Era già stato multato la prima volta il 17 marzo.

Più informazioni