Quantcast
Ricordo

‘Il vento in casa’, il coronavirus non ferma la commemorazione dell’Eccidio della Benedicta

Il 76° anniversario della strage fascista ricordato per la prima volta "da remoto"

benedicta

Genova. “Lo scorso anno eravano sotto la pioggia a ricordare quella strage, per era l’anno dei sovranismi, dei porti chiusi, del razzismo e del fascismo strisciante, dovevamo essersi: quest’anno dalle nostre case il vento fischia ancora”.

Questo il messaggio dedicato alla commemorazione dell’Eccidio della Benedicta, che per la prima volta non si è celebrato nel luogo dove persero la vita 147 partigiani per mano e piombo fascista, ma nelle abitazioni dove tutti siamo oggi confinati a causa dell’emergenza sanitaria legata alla diffusione del virus Covid-19.