Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Coronavirus, trovato farmaco veterinario che uccide il virus in 48 ore: ora i test sull’uomo

Si tratta dell'ivermectina: diffusissimo e poco costoso

Più informazioni su

Genova. Un farmaco veterinario molto diffuso potrebbe contribuire a dare una svolta alla lotta contro il coronavirus, consentendo di uccidere il virus nel giro di poche decine di ore. Lo riportano diverse agenzie di stampa internazionali, dopo la pubblicazione dei primi risultati di un laboratorio australiano.

Stiamo parlando dell’antiparassitario o antielmintico con proprietà antivirali ivermectina, che durante i test portati avanti in laboratorio in vitro ha dimostrato che in sole 48 ore è in grado di ridurre di quasi 5 mila volte il Covid-19.

Uno studio periclinico che ovviamente dovrà avere ancora i passaggi di studio sull’uomo, ma che intanto ha acceso un speranza, e non solo sanitaria: l’ivermectina, infatti, è nell’elenco dei cosiddetti “farmaci essenziali” per l’Oms, e approvato dalle principali agenzie dedicate alla regolamentazione dei farmaci, come l’FDA americana e l’italiana AIFA. Si tratta inoltre di un farmaco diffuso globalmente e dal costo molto ridotto, cosa che lo renderebbe particolarmente interessante.

A trovare queste caratteristiche della ivermectina è stato un team di ricerca australiano guidato da scienziati dell’Università Monash di Clayton, che hanno collaborato a stretto contatto con i colleghi del Victorian Infectious Diseases Reference Laboratory presso il Royal Melbourne Hospital, che fa parte del Peter Doherty Institute for Infection and Immunity.

L’ivermectina fa parte della famiglia delle avermectine scoperte dagli scienziati Satoshi Ōmura e William Cecil Campbell, che l’hanno scoperta nel 1975, e per questo  sono stati insigniti del premio Nobel per la Medicina nel 2015.