Quantcast
Stop

Coronavirus, stretta sui trasporti: prorogate fino al 3 maggio le limitazioni a treni e aerei

In Liguria resta attiva solo una coppia di Intercity, aeroporto Colombo aperto solo per i servizi essenziali

Generica

Roma. La ministra delle Infrastrutture e dei Trasporti Paola De Micheli ha firmato, di concerto col ministero della Salute, un decreto che prolunga fino al 3 maggio l’efficacia di alcune misure finalizzate ad una forte limitazione della mobilità delle persone sul territorio italiano e del trasporto dei passeggeri attraverso i diversi vettori e armatori, per far fronte all’emergenza coronavirus e contrastare la diffusione della malattia. Le limitazioni riguardano il settore del trasporto aereo, ferroviario, automobilistico e marittimo.

In particolare, spiega il Mit, “nel settore del trasporto aereo, sono assicurati esclusivamente i servizi minimi essenziali e l’operatività dei servizi è limitata agli aeroporti di Ancona, Bari, Bologna, Cagliari, Catania, Genova, Lamezia Terme, Lampedusa, Milano Malpensa, Napoli Capodichino, Palermo, Pantelleria, Pescara, Pisa, Roma Fiumicino, Torino, Venezia Tessera e Roma Ciampino per i soli voli di stato, trasporti organi, canadair e servizi emergenziali”.

Negli aeroporti di aviazione generale e nelle aree di atterraggio sono consentiti esclusivamente i voli motivati da “comprovate esigenze lavorative o situazioni di necessità ovvero effettuati per motivi di salute“. Nel settore del trasporto ferroviario dei passeggeri, “vengono garantiti i servizi minimi essenziali sia per le attività a mercato che per quelle svolte in base a contratti di servizio per la lunga percorrenza stipulati da Trenitalia con il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, con almeno una coppia di collegamento su ogni direttrice”.

Per i “servizi Intercity, Trenitalia potrà d’intesa con le amministrazioni vigilanti valutare ulteriori rimodulazioni in funzione delle ridotte esigenze di mobilità”. Qui la situazione dei treni in Liguria, salvo ulteriori modifiche nei prossimi giorni. Nessuna limitazione è invece prevista per il servizio di trasporto merci e per i servizi a carattere emergenziale. Anche per quanto riguarda i servizi automobilistici interregionali, sono assicurati soltanto i servizi minimi essenziali. Confermate le limitazioni dei collegamenti con le due isole principali, Sicilia e Sardegna, “attraverso la sospensione del trasporto marittimo dei viaggiatori, mentre continua ad essere assicurato esclusivamente il trasporto delle merci possibilmente su unità di carico isolate non accompagnate”.

Più informazioni