Confronto

Coronavirus, ipotesi mascherine chirurgiche obbligatorie per viaggiare sui mezzi Amt

La proposta dei sindacati non dispiace al sindaco Bucci. La polizia locale potrà salire a bordo dei bus per controllare i moduli di autocertificazione

Autobus Amt Bus Amt

Genova. Mascherine chirurgiche obbligatorie per salire a bordo degli autobus, della metropolitana o di altri mezzi Amt. La proposta, avanzata dai sindacati del trasporto pubblico durante una riunione in video conferenza con il sindaco e parte della giunta.

I segretari territoriali di Filt-Cgil, Fit-Cisl, Uiltrasporti, Faisa-Cisal ed Ugl-Fna avevano chiesto un confronto circa una settimana fa per discutere del nuovo modello di Tpl che l’azienda dovrà mettere in campo considerando le mutate esigenze di mobilità della cittadinanza e i nuovi vincoli di distanziamento interpersonale previsti dalle norme, oltre che dal buon senso.

“Il sindaco – dicono i sindacati – si è espresso favorevolmente all’utilizzo delle mascherine chirurgiche da parte dei passeggeri trasportati, tali modifiche di accesso ai mezzi, avendo anche una forte componente di carattere “politico”, dovranno preventivamente essere discusse e concordate con il governatore della Liguria Giovanni Toti, da parte nostra è auspicabile che tali interventi si possano rendere operativi già entro la fine del mese corrente”.

Si è discusso anche di questioni economiche. Il Comune sta quantificando i possibili interventi per sostenere il bilancio di Amt tenendo conto che, a oggi, si è registrata una forte riduzione sui ricavi già per otto settimane. Inoltre è emerso che Regione e Comune di Genova hanno garantito i puntuali pagamenti delle quote relative ai contratti di servizio, rendendosi disponibili anche ad anticipare parti delle stesse e di ulteriori voci di arretrati ancora da liquidare.

Dal Comune di Genova una rassicurazione anche su stipendi ed emolumenti, oltre alla rassicurazione di Amt sul pagamento regolare degli stipendi fino al mese di giugno: “il sindaco ha affermato che garantirà la corresponsione degli emolumenti, anche con l’aiuto degli ammortizzatori sociali, a tutti i dipendenti del Comune di Genova, della Città Metropolitana e delle società partecipate per tutto l’anno in corso”, riportano i sindacati del trasporto pubblico.

Tra le proposte avanzate, e sul quale la giunta si è detta concorde, quella di utilizzare la polizia locale per verificare i modelli di autodichiarazione a bordo dei mezzi Amt e successivamente anche in ausilio al personale di verifica, l’inclusione dei sindacati in un comitato tecnico che avrà il compito di definire un protocollo finalizzato al rispetto delle misure igienico sanitarie a bordo dei mezzi in vista dell’inizio della fase 2.

Più informazioni
leggi anche
Autobus Amt Bus Amt
Rebus
Coronavirus e trasporto pubblico, per la “fase 2” Amt avrebbe bisogno del quadruplo dei bus
Generica
Al setaccio
Coronavirus, Pasqua blindata: a Sestri Ponente la polizia locale controlla anche i bus Amt
Generica
Il nodo
Coronavirus, bilanci a rischio per Amt e teatri genovesi. Piciocchi: “A luglio l’ora della verità”
Generica
Le storie
Coronavirus, il racconto di Marcella alla guida dei bus Amt: “Troppi anziani a bordo ogni giorno. Paura? Ora un po’ sì”
Generica
"rimodulazione"
Coronavirus, Amt taglia i bus per la terza volta e sospende a oltranza il servizio NaveBus
Generica
Protezioni
Coronavirus, il Comune di Genova consegna 75mila mascherine ai suoi dipendenti
Generica
Cambiamenti
“Non torniamo a usare l’auto”, le 5 proposte di Legambiente per la mobilità dopo il coronavirus
Vita quotidiana coronavirus mascherine spesa fila poste vecchi
Ordinanza
Coronavirus, obbligo mascherine anche a Chiavari: in Liguria ogni sindaco fa per sé
Generica
Dietrofront
Coronavirus, bus più affollati a Genova: Amt aumenta le corse su alcune linee