Ponente

Coronavirus, in via Sestri spuntano le transenne: “per fare ordine tra le file dei negozi”

La strada pedonale finita al centro di polemiche per presunti o reali assembramenti: municipio, civ e polizia locale corrono ai ripari

Genova. Sgonfiate almeno in parte le polemiche dei giorni scorsi, in via Sestri, la strada pedonale (rim)balzata agli onori delle cronache per via di presunti o reali assembramenti e per le querelle politiche che sono succedute, stamani si è risvegliata con alcune transenne montate, su entrambi i lati del percorso.

“Le transenne – spiega Massimo Romeo, assessore al Territorio del municipio Medio Ponente – sono state montate in accordo con il centro integrato di via, quindi i negozianti, e con la polizia locale, al fine di agevolare la disposizione delle file per accedere ai negozi, in modo che le code si dispongano radenti ai muri e non verso il centro via”.

Questo sistema potrebbe consentire quindi di fare un po’ di ordine e di evitare la sovrapposizione di code tra vari negozi in modo da rendere più facile il distanziamento sociale. Soprattutto nella parte più a levante di via Sestri sono, infatti, presenti diverse attività commerciali aperte in linea con il dpcm ed è inevitabile, o quasi, che il numero di cittadini sia alto.

Più informazioni
leggi anche
  • A casa davvero!
    Coronavirus, pienone in via Sestri nonostante i divieti. L’appello di Toti: “State a casa”
  • Svuotata
    Coronavirus, sei giorni dopo la polemica sulla folla via Sestri è finalmente deserta
  • Troppa gente
    Coronavirus, rinforzi della polizia locale in via Sestri per evitare gli assembramenti
  • Polverone
    Coronavirus, via Sestri diventa un caso. Toti attacca: “Non ci siamo, comportamento da idioti”