Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Coronavirus, in Liguria il 15% dei contagiati sono medici o infermieri: “Comportamento colposo delle strutture”

Lo denuncia l'Ordine dei medici chirurghi e degli odontoiatri di Genova

Più informazioni su

Genova. “In Liguria il numero degli operatori sanitari contagiati dal coronavirus rispetto al numero totale dei positivi sfiora il 15%”. Lo denuncia l’Ordine dei medici chirurghi e degli odontoiatri di Genova chiedendo al Governo “l’indennizzo dei soggetti danneggiati da complicanze di tipo irreversibile a causa di comportamenti colposi” da attribuire a strutture sanitarie o al suo personale dirigente durante il periodo dell’emergenza.

“Bisogna prevedere l’istituzione di un fondo statale dal quale attingere per erogare un indennizzo che ristori i danni che consistono nella menomazione dell’integrità fisica e psichica dei soggetti colpiti, a tutela dei diritti costituzionali”, dice l’ordine esortando ad assimilare il personale sanitario contagiato alle ‘vittime del dovere’.

Per l’ordine nella conversione del decreto legge ‘Cura Italia’ sono stati presentati “alcuni emendamenti inaccettabili orientati a conferire una sorta di immunità ai possibili responsabili della spesso scellerata gestione dei Dpi”.

In serata la replica di Giovanni Toti, che ha smentito il dato numerico: “Più che comportamenti colposi io ho visto comportamenti eroici da parte di molti. Comunque – ha aggiunto il governatore – si qualcheduno è stato danneggiato, esistono gli strumenti di tutela per le categorie interessate, come gli infortuni sul lavoro”.