Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Coronavirus, 100mila euro al San Martino per diagnosticare le polmoniti in fase precoce

La campagna di donazioni è quasi arrivata a 3,5 milioni di euro

Genova. Continuano le manifestazioni di solidarietà concreta all’ospedale San Martino per l’emergenza coronavirus. PIAM Farmaceutici e Bruschettini Farmaceutici hanno donato ciascuna 5mila euro per l’acquisto di un sistema radiologico portatile digitale diretto di alta gamma, utile a diagnosticare con efficacia polmoniti in fase precoce.

L’associazione Sia – Simposio in amicizia ha donato alla centrale 118 una tenda pneumatica ad uso triage Covid. Il Policlinico ha ricevuto dalla famiglia Ghiglino 3mila euro, l’intero ricavato ad oggi della vendita dei copri mascherine griffati Ghiglino 1893. Questa cifra, assieme alla donazione odierna di 1.500 euro da parte del Panathlon Club Genova, si aggiunge ai 3,46 milioni raccolti dal progetto della #GenovaPerSanMartino. 

Il Biscottificio Grondona ha fatto recapitare in struttura, attraverso il team di volontari che da oltre un mese supporta il personale medico e infermieristico del San Martino, 2.300 monodosi dei loro prodotti artigianali.

Grazie alla fattiva collaborazione con la polizia postale, il San Martino ricorda che le uniche iniziative ufficiali rivolte a sostenere economicamente il policlinico in questa emergenza sono state certificate e riportate nell’apposita sezione del sito dell’Ospedale https://www.ospedalesanmartino.it/sostienici.html

Ad ora sono 35 i ricoverati in Malattie Infettive, 40 nelle 3 rianimazioni del Policlinico + 8 pazienti in sub intensiva, 28 al Padiglione 10, 79 al Padiglione 12, 33 al 5° piano della palazzina laboratori, 50 quelli gestiti al 1° piano del Pronto Soccorso, 48 al Maragliano. Il professor Bassetti segnala la dimissione di 10 pazienti.