Quantcast
Disagi

Coronata esclusa dalle riaperture uffici postali, la protesta dei residenti

Decine di residenti costretti a "scendere" a Sampierdarena

poste coronata

Genova. Il popoloso quartiere di Coronata non ha visto riaprire il “proprio” ufficio postale al contrario di molti altri quartieri genovesi, vedendo costretti i propri residenti, ancora, a “scendere” a Sampierdarena per le pratiche di tutti i giorni.

Da lunedì scorso, infatti, Poste Italiane ha predisposto la riapertura di alcuni uffici postali in alcuni quartieri, chiusi all’inizio dell’emergenza sanitaria legata alla diffusione del Coronavirus, per venire incontro alle necessità della popolazione, soprattutto quella dei quartieri più periferici, già penalizzati dal taglio dei servizi di trasporto pubblico.

Sale quindi la protesta dei cittadini, che chiedono a gran voce la riapertura degli uffici postali di via Coronata, almeno in due o tre giorni a settimana, per evitare di dover spostarsi di diversi chilometri “creando assembramenti altrove”.

“L’apertura momentanea per tre giorni alla settimana è auspicabile – sottolinea Angelo Spanò, coordinatore metropolitano dei Verdi – con la speranza che in futuro non ci sia l’intenzione di chiuderlo definitivamente, in questo caso il quartiere si mobiliterà”.