Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Buoni spesa, il sito del Comune di Genova sotto stress: depositate 1500 domande all’ora

Qualche problema tecnico, Bucci: "Se non riusciremo a evadere tutte le domande faremo una proroga". Tursi attiva anche un conto corrente per chi volesse contribuire a implementare gli aiuti

Più informazioni su

Genova. “Il sistema ha avuto qualche problema intorno alle 16 – ha detto il sindaco di Genova Marco Bucci durante il punto stampa in sala trasparenza – ma stiamo procedendo bene e credo che potremo ricevere tutte le domande entro la scadenza di lunedì a mezzanotte, se non dovesse succedere prorogheremo i termini”.

In realtà, secondo quanto risulta a Genova24, il black out – parziale – è durato di più visto che sono molti i cittadini che hanno lamentato problemi di accesso. Ma sono state comunque oltre 5700, in quattro ore, quindi circa 1500 all’ora, le domande di buoni spesa depositate on line dai cittadini nel primo dei clic day lanciato dal Comune di Genova attraverso il suo sito internet. Solo in poche ore sono oltre 27.000 gli utenti che hanno visitato la sezione specifica, e la pagina informativa dedicata al bonus è stata vista 53.000 volte.

Da domattina sarà attivo un numero verde 800583940 che affiancherà a quello già operativo 010.5574500, dalle 8 alle 22, per fornire informazioni e assistenza a chi abbia dubbi sul meccanismo per accedere agli aiuti stanziati a livello nazionali e distribuiti dalle amministrazioni comunali. Le telefonate arrivate ai numeri già attivati dal Comune sono state oltre 10 mila da questa mattina al tardo pomeriggio.

Un’altra problematica è emersa, da parte delle associazioni del terzo settore, durante la commissione consiliare svolta questa mattina. Ci sono alcune categorie di cittadini, come i senza fissa dimora o immigrati regolari domiciliati a casa di conoscenti, che non avendo una residenza registrata a Genova non hanno diritto al buono spesa.

Il Comune di Genova ha inoltre attivato un conto corrente dove tutti coloro che volessero contribuire a incrementare gli aiuti previsti per i buoni alimentari potranno farlo. La causale da inserire è: “Emergenza coronavirus: misure urgenti di solidarietà” su Conto corrente n. 000100880807 e IBAN IT 08 T 02008 01459 000100880807. “Sono convinto che potremo uscire da questa situazione di difficoltà grazie alla generosità di tutti e reagendo da comunità vera quale abbiamo sempre dimostrato di essere” dice Pietro Piciocchi, assessore al bilancio del Comune di Genova.