Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Criminalità: a Genova diminuiscono rapine e arresti, in aumento i reati informatici e le denunce

Oggi il 168° anniversario di fondazione della Polizia: nessuna cerimonia a causa del coronavirus

Più informazioni su

Genova. Diminuiscono i furti e le rapine, in crescita invece i reati informatici e gli omicidi. Sono alcuni dei dati sulla criminalità tracciati dalla polizia di Genova e diffuso in occasione del 168° anniversario della fondazione. Nell’anno appena trascorso sono stati registrati cinque omicidi volontari, rispetto ai due del 2018, mentre sono stati 11 i tentati omicidi rispetto ai precedenti 17.

In calo le lesioni (da 946 a 911) e le violenze sessuali (da 113 a 81). Diminuiscono anche le rapine (da 381 a 364) e i furti (da 16631 a 13285).

In aumento invece i reati informatici che sono passati da 459 a 513. In totale sono state 688 le persone arrestate, , in calo rispetto alle 933 del 2018. In aumento invece le denunce, che passano da 3768 a 4126.

Per quanto riguarda la droga sono aumentati i sequestri di marijuana (da 34 chili a 81,4), di droghe sintetiche (da 195 grammi a 298) e cocaina (da 25 chili a 125). In aumento le pratiche per la richiesta di porto d’armi, passate da 31350 a 36707.

Quest’anno, a causa dell’ epidemia da Coronavirus, non c’è stata cerimonia per celebrare l’anniversario: il prefetto Carmen Perrotta e il questore Vincenzo Ciarambino si sono limitati a deporre una corona alla lapide commemorativa della questura. Il cappellano ha detto una preghiera per i caduti e per le vittime di Covid-19.