Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Aiuti a imprese e ambulanti chiusi per il lockdown con le donazioni per ponte Morandi

Sono 700 le domande ricevute dal Comune di Genova per accedere al bando da 260 mila euro che si chiude il 30 aprile

Più informazioni su

Genova. Sono 700 le domande ricevute dal Comune di Genova per accedere al bando da 260 mila euro per aiutare le microimprese e gli ambulanti nei Municipi coinvolti dal crollo del ponte Morandi grazie alle donazioni arrivate dai privati. Il bando è partito il 18 marzo e si chiuderà il 30 aprile: è esteso a tutto il territorio dei Municipi coinvolti maggiormente dal crollo, i Municipi II Centro Ovest, V Valpolcevera e VI Medio Ponente.

Sono stati stabiliti tre scaglioni di importi per azienda a seconda delle aree definite dal bando: 4500 euro, 4000 e 3000. Previsti anche importi per gli ambulanti che tengono i mercati merci varie in suddetto perimetro. Le domande saranno processate sulla base dell’ordine di arrivo: a oggi sono già in liquidazione più di 85.000 euro per 33 aziende, 13 ambulanti e 20 in sede fissa.

“Siamo orgogliosi del lavoro degli uffici comunali, che stanno gestendo il bando con estrema velocità – commentano gli assessori comunali al Commercio e al Bilancio, Paola Bordilli e Pietro Piciocchi – quella velocità che mai come in questo momento è necessaria per le nostre imprese e per la loro sopravvivenza. Oggi con il varo del nuovo ponte scriviamo una pagina di storia della città e vogliamo sottolineare come le donazioni frutto della generosità dopo il crollo del Ponte Morandi stiano ancora oggi avendo un grande ruolo”.