Quantcast
In aula rossa

“Stai zitta e vota”, petizione contro Bucci sulle scuse alla consigliera. Il sindaco: “Mi dispiace ma no a polemiche strumentali”

Generica

Genova. Sta viaggiando attraverso i social e la piattaforma digitale change.org l’ultima polemica che vede l’opposizione in consiglio comunale scagliarsi contro il sindaco di Genova Marco Bucci. Il consigliere del M5s Stefano Giordano ha lanciato una petizione per chiedere al primo cittadino di fare le sue scuse alla compagna di gruppo Maria Tini. Nell’ultima seduta di consiglio, quella molto tesa sulla votazione del bilancio dell’ente, Bucci si è rivolto alla consigliera dicendo: “Stai zitta e vota”.

La petizione fa riferimento alla giornata dell’8 marzo e chiede che durante la prossima seduta in aula rossa il sindaco rivolga le sue scuse. “Il suo ravvedimento non solo è necessario, ma deve anche essere tangibile e diventare un monito per tutti a non fare mai mancare il rispetto. Il sindaco deve essere un esempio”.

Bucci, interpellato sull’argomento, ha dichiarato: “Non avevo intenzione di offendere nessuno e se la consigliera si è sentita offesa mi dispiace e chiedo scusa, ribadisco che mai offenderei una persona tanto meno chi abbia un ruolo da consigliere comunale – afferma – aggiungo che ho ricevuto molteplici offese durante le ultime sedute del consiglio e non chiedo a nessuno di chiedere scusa, infine non mi sembra opportuno che queste cose vengano utilizzate in maniera strumentale”.

leggi anche
Generica
Surreale
Pizze e “testate”, bagarre in consiglio comunale a Genova durante la votazione del bilancio