Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Scuole chiuse per coronavirus, bonus per 2mila famiglie in Liguria: ecco come ottenerlo

Disponibile un voucher da 500 o 300 euro a seconda del reddito, la Regione ha stanziato 800mila euro

Più informazioni su

Genova. La giunta della Regione Liguria ha deliberato lo stanziamento di 800mila euro da fondi del del bilancio regionale per un primo aiuto alle famiglie durante l’emergenza Coronavirus, con l’obiettivo di sostenerne lo sforzo per l’accudimento dei figli durante il periodo di sospensione scolastica.

Le risorse verranno erogate fino ad esaurimento del plafond, e nel caso di eventuali rifinanziamenti verrà utilizzata la graduatoria, in ordine di ISEE crescente. Il bando sarà disponibile sul sito di Filse (filse.it) già dalla settimana prossima, aprirà il prossimo 16 marzo per chiudersi dopo un mese, il 16 aprile 2020.

“I voucher una tantum sono di due importi a seconda della fascia di reddito: il primo da 500 euro destinato ai nuclei famigliari con un ISEE minore di 20mila euro, e il secondo da 300 euro per quelle famiglie con l’ISEE compreso fra 20 e 50mila euro. Il voucher può essere utilizzato per qualunque tipo di spesa, senza rendicontazione necessaria”, spiega l’assessore alla sanità Sonia Viale.

“Ecco un primo aiuto concreto che come Regione Liguria abbiamo deciso di varare subito, per sostenere i tanti liguri costretti a molti disagi per le scuole chiuse per il coronavirus. Una scelta obbligata per non lasciare soli mamme e papà che devono andare a lavorare. Non tutti possono contare sul prezioso supporto dei nonni, a cui va il nostro ringraziamento”, ha commentato il  presidente Giovanni Toti. “Mi auguro che il Governo accolga le nostre proposte, come l’allungamento del congedo parentale, gli ammortizzatori sociali per i lavoratori delle scuole che verranno penalizzati, un fondo di rotazione per le imprese”.

“Questa misura si accompagna a tutto quello che stiamo facendo dal punto di vista sanitario: l’emergenza sta mettendo in difficoltà le famiglie e ci sembrava giusto intervenire con questa prima iniziativa, che potrà dare un aiuto a circa 2mila famiglie liguri“, ha aggiunto la vicepresidente e assessore alla sanità Sonia Viale.