Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Nuovo ponte: confermato il varo nel weekend, nel frattempo si prepara la soletta stradale

Saranno 8mila metri cubi di calcestruzzo lavorati in contemporanea, a getto continuo 24 ore su 24 in circa 7-8 giorni

Più informazioni su

Genova. Il nuovo ponte di Genova prosegue la sua corsa contro il tempo. Dopo la consegna di tutte le pile, il cantiere si concentra sulle prossime operazioni di sollevamento del terzo impalcato da 100 metri, che porterà a 750 metri la lunghezza del ponte e scavalcherà la linea ferroviaria. In queste ore sono in corso i lavori propedeutici per la realizzazione delle aree dove dovranno muoversi i grandi semoventi che sposteranno l’impalcato e la preparazione delle lavorazioni per la soletta delle sezioni già completate.

Al momento dunque è confermato per il weekend il varo della trave. Questo nonostante una ditta abbia già dato forfait per l’emergenza coronavirus – si tratta della Cossi di Sondrio – e pur con tutte le complicazioni imposte dal rispetto delle norme di sicurezza. I lavori procedono in parallelo col modello fast track che finora ha permesso di attutire i ritardi andando avanti nel frattempo su altre parti del viadotto.

L’allestimento di una sorta di “stabilimento mobile” nell’area del cantiere, che ancora durante la realizzazione delle pile ha consentito di accogliere le porzioni di impalcato e quindi il suo assemblaggio per renderlo pronto per l’innalzamento, viene adesso utilizzato per gestire le delicate operazioni di movimentazione e sollevamento in quota.

Mentre si pianifica il completamento della nuova attività in quota, Salini Impregilo sta organizzando le complesse operazioni per la preparazione della soletta del ponte: 8.000 metri cubi di calcestruzzo che saranno lavorati in contemporanea, dalle estremità del viadotto verso il suo centro, a getto continuo 24 ore su 24 in circa 7-8 giorni, più che dimezzando i normali tempi di realizzazione. Una gestione accuratamente pianificata anche a livello logistico. Sulla soletta completa e finita si procederà quindi con l’allestimento finale della piattaforma stradale e di tutte le opere a corredo dell’infrastruttura e della sicurezza del suo esercizio.