Quantcast
Cantiere

Nuovo ponte, avanti verso il prossimo obiettivo: a primavera varati tutti i maxi impalcati

La complessa operazione di varo della trave sopra la ferrovia dovrebbe concludersi entro il 20 marzo

Generica

Genova. È terminata alle 17.30 circa di ieri pomeriggio l’operazione di varo del concio di pila 11, propedeutica al varo del terzo maxi impalcato, lungo 100 metri, quello che dovrà scavalcare la ferrovia. Il concio, del peso di 100 tonnellate, è stato sollevato da una maxi gru cingolata.

La complessa operazione di varo dovrebbe concludersi entro il 20 marzo. Come avvenuto in occasione della campata che ora sovrasta il Polcevera, la trave dovrà essere traslata dal cantiere di levante e passare sopra la ferrovia. Da lì gli strand jack la innalzeranno fino a posarla esattamente tra le due pile. In questi giorni sono in corso tutte le operazioni preliminari, compresa la profilatura dell’impalcato.

A causa di tutte queste lavorazioni, da oggi e fino al 27 marzo sarà interrotto il traffico ferroviario sotto il nuovo ponte. I treni della linea per Acqui Terme verranno fermati a Genova Borzoli o a Masone, con un servizio bus sostitutivo fino a Pra’. I treni della linea per Arquata Scrivia non verranno limitati ma salteranno le fermate a Rivarolo e Sampierdarena poiché verranno convogliati sulla linea diretta per Principe.

Più informazioni
leggi anche
Generica
Attenzione
Nuovo ponte di Genova, dal 15 al 27 marzo modifiche alla circolazione dei treni
Generica
Sicurezza
Coronavirus, nel cantiere del nuovo ponte arrivano le mascherine. E in mensa si mangia a turno
Generica
Lettura
Coronavirus, Toti: “L’immagine del nuovo ponte sul Polcevera ci dice che ce la faremo”
Generica
Lavori
Nuovo ponte, cambia ancora lo skyline: completato il varo della campata sul Polcevera
Generica
Complicazioni
Coronavirus, rallentamenti al cantiere del nuovo ponte: operai in coda per misurare la febbre
Lavorazioni nuovo ponte 16 marzo
Avanti
Nuovo ponte, Bucci conferma: “Entro sabato su il maxi impalcato, non dobbiamo fermare i cantieri”