Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

In Liguria il primo carabiniere morto di Coronavirus, aveva 53 anni

Si chiamava Massimiliano Maggi, in un post su twitter l'Arma lo ricorda: "Padre modello ha dedicato la vita allo Stato"

La Spezia. Non ce l’ha fatta a vincere la sua battaglia contro il Coronavirus il maresciallo maggiore Massimiliano Maggi in servizio alla Spezia alla caserma Salvo D’Acquisto. Residente nel comune di Beverino, aveva 53 anni ed era ricoverato in Rianimazione nell’ospedale spezzino. Ad annunciare la notizia è stata la stessa Arma dei Carabinieri con un post sulla pagina ufficiale.

“La vita di un Carabiniere è un tessuto le cui trame si intrecciano con le vite dei cittadini, nella buona e nella cattiva sorte – si legge nel post – Il maresciallo maggiore Massimiliano Maggi, addetto alla Stazione della Spezia Principale, la sua vita l’ha trascorsa dedicandola al servizio del suo Paese e alla sicurezza della comunità affidata alla sua responsabilità. Oggi il virus si è portato via per sempre il suo respiro”.

Il maresciallo maggiore viene ricordato come un padre modello: “Aveva 53 anni ed era padre modello di due ragazzi che oggi, nel giorno della festa dedicata ai papà, ne piangono la perdita. Tutta l’Arma dei Carabinieri cinge con il più intenso degli abbracci la sua famiglia e piange con dolore ed orgoglio un suo figlio che se ne va. Lasciaci pure Massimiliano. Fino alla fine, tu ci sei stato”