Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Coronavirus, Toti: “33 nuovi morti numero difficile da accettare, siamo sulla linea del Piave”

Il presidente della Regione assicura che saranno aumentati i posti letto in terapia intensiva: "La nostra sanità ha messo tutti quelli che potevano farcela nella condizione di farcela"

Più informazioni su

Genova. “Quella che arriva deve essere una domenica a casa, siamo sulla linea del Piace e non possiamo concedere nulla al nostro terribile nemico”. Metafora storica per il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti che, nel corso di una diretta Facebook, ha fatto il punto della situazione sull’emergenza Coronavirus nella giornata più nera – in termini di numeri e quindi di vite umane per la Liguria.

“Siamo in un momento di grande crescita della malattia ed è la ragione per cui vi chiedo di rispettare con rigore le regole”, ha sottolineato Toti rivolgendosi alla popolazione. “Oggi molti hanno seguito le ordinanze, i sindaci, tra cui quello di Genova, mi hanno detto che le città erano vuote, ma serve uno sforzo ancora maggiore”.

Oggi ci sono stati 181 contagiati in più e 33 nuovi decessi, cifre impressionanti. “Un numero importante e difficile da accettare – continua il presidente della Regione – sappiamo che a queste morti ne seguiranno altre, ma possiamo dire che tutti quelli che potevano farcela sono stati messi nella condizione di farcela da parte della nostra sanità, e questo è importante”. “Nessuno è rimasto senza le cure di cui aveva bisogno – aggiunge – tutti hanno avuto le cure più appropriate per il loro stadio di malattia”.

Molti dei nuovi contagiati sono seguiti in cura presso il loro domicilio. Per quanto riguarda gli spazi in ospedale, vicini alla saturazione, Toti afferma che nella prossima settimana salirà il numero di terapie intensive a disposizione così come quello dei posti di media intensità.