Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Coronavirus sulla Gnv Rhapsody: 65 marittimi in quarantena per 10 giorni fuori dalla nave

Saranno trasferiti con la croce rossa. Ancora ignota l'identità, i contatti e gli spostamenti del tunisino risultato positivo

Più informazioni su

Genova. Sono in tutto 65 i membri dell’equipaggio della nave Gnv Rhapsody che saranno in quarantena per altri 10 giorni dopo lo sbarco del passeggero tunisino risultato positivo al coronavirus lo scorso 2 marzo.

Si tratta di un equipaggio misto tra italiani e stranieri che dovrà nelle prossime ore essere sbarcato per finire la quarantena in un luogo più idoneo: “Abbiamo chiesto all’armatore di individuare una struttura, al momento ce ne sono tre in valutazione – spiega l’assessore regionale alla protezione civile Giacomo Giampedrone – che presenti le caratteristiche necessarie per la sorveglianza attiva a partire da singole stanze chiuse”.

Gli ultimi sei dell’equipaggio sono stati recuperati dal 118 in tarda mattinata dalla nave Splendid dove nel frattempo si erano imbarcati. Nessun provvedimento invece per le persone che sono state a contatto con l’equipaggio: “Al momento il protocollo – spiega l’assessore alla Sanità Sonia Viale – non prevede procedure per contatti di contatti”.

Anche la Regione, come ente pubblico, è in cerca di strutture di questo tipo. “Stiamo valutando la possibilità di affitti a lungo termine in caso di evenienza”, conclude l’assessore alla Protezione civile. Intanto questa mattina si è conclusa l’operazione dell’accompagnamento fuori regione degli ospiti degli alberghi di Alassio.

Invece a quanto pare al momento Alisa e la Regione Liguria non sanno sulla su chi sia il tunisino che è stato trovato positivo nel suo Paese: abita o ha relazioni a Genova o in Liguria? O è arrivato in auto da tutt’altra parte? “Al momento le autorità tunisine non ci hanno ancora fornito le generalità della persona” si limita a dire Sonia Viale.