Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Coronavirus, salgono a 27 i decessi in Liguria: 434 i contagiati. Toti: “Sistema regge ma mancano le mascherine”

Toti: "Stiamo gestendo al meglio, aiutateci a uscirne prima possibile"

Genova. Sono arrivati a 27 i morti in Liguria. Lo ha detto il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti in diretta Facebook con i cittadini. Ieri i morti erano 20.

Sono 434 (108 in più rispetto a ieri) i casi positivi nella nostra regione. Di questi, 275 sono ospedalizzati mentre 107 sono al proprio domicilio. I decessi sono ad oggi complessivamente 27 (esclusi i due tamponi positivi su salme). Degli ospedalizzati in Asl1 sono 28 (di cui 6 in Terapia Intensiva), Asl2 – 43 (12 in Terapia Intensiva), Asl 3 – Colletta di Arenzano – Asl 3 – Villa Scassi – 15, Asl4 – 4 (2 in Terapia Intensiva), Asl5 – 26 (8 in Terapia Intensiva), San Martino – 66 (19 in Terapia Intensiva), Galliera – 62 (7 in Terapia Intensiva) Evangelico – 29 (8 in Terapia Intensiva). In altri altri reparti ospedalieri – 52. · Al domicilio si trovano complessivamente 107 persone positive al Covid-19 (49 in meno rispetto a ieri)

“Una crescita che i aspettavamo” ha commentato il governatore Toti ma il sistema sanitario ligure al momento regge: oggi abbiamo una sessantina di persone in terapia intensiva e abbiamo ancora posto perché per fortuna ci sono anche delle dimissioni”.

Il governatore ligure ringrazia tutti gli operatori del sistema sanitario regionale a tutti i livelli, ma conferma alcune preoccupazioni. “Abbiamo alcune emergenze che non vanno sottaciute – dice Toti – mancano le mascherine, è ovvio che servono soprattutto a infermieri e operatori sanitari e pubbliche assistenze. Ne abbiamo poche. Abbiamo supplicato Roma ma le scorte sono praticamente a zero”.