Potrebbero servire

Coronavirus, si cercano 240 posti letto in Liguria ad uso quarantena. Domani riunione in Prefettura

Torna a casa il primo gruppo di turisti in quarantena ad Alassio

Genova. Riunione in Prefettura a Genova della protezione civile ligure domani mattina con la partecipazione delle prefetture di tutta la Regione. L’obiettivo è reperire 120 posti nella città metropolitana, e 60 a ponente e a levante per gestire eventuali quarantene. Lo ha detto l’assessore regionale Giacomo Giampedrone nel corso del punto stampa sull’emergenza Coronavirus.

“Ci auguriamo ovviamente di non doverle utilizzare mai ma può essere che si renda necessario che in caso di allargamento del contagio”.

Oggi è stato liberato con il riaccompagnamento degli ospiti ai propri domicili l’albergo di Diano Marina e per la prima volta invece della protezione civile è stato utilizzato il tour operator che li aveva accompagnati in Liguria.

Rispetto ai marittimi della GNV, 65 in totale, che si trovano in isolamento ancora a bordo della Raphsody la collocazione alternativa dovrebbe arrivare nelle prossime ore: “Ho sentito l’armatore di Gnv – ha spiegato Giampedrone – e domattina dopo che avremo chiuso i contratti vi daremo notizia della nuova collocazione. Rispetto alla struttura individuata avvieremo un contratto con una cooperativa per la fornitura dei pasti e la pulizia delle stanze.

leggi anche
Generica
Ipotesi peggiore
Coronavirus, in Liguria possibile picco di mille contagiati: si preparano 300 posti letto
Generica
Isolamento
Coronavirus, ecco dove andranno le persone in quarantena: c’è anche l’ex manicomio di Quarto
micone sestri ponente
Scelta
Coronavirus, posti letto all’Evangelico e al Micone. Viale: “Dobbiamo essere pronti”
coronavirus Alassio
No a polemiche
Coronavirus, Toti su strutture quarantena: “Solo uniti si vince questa guerra, no a paure ingiustificate”