Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Coronavirus, Salvatore (M5s): “Salviamo le pmi e le partite iva della Liguria”

Più informazioni su

Genova. “L’emergenza Coronavirus ha causato un blocco totale dell’economia italiana con ripercussioni gravissime. Questa situazione è molto grave nella nostra Regione, che ha alcuni motori economici fondamentali in attività che prevedono il passaggio di molte persone, come il turismo e il porto, tutte attività pesantemente compromesse dall’emergenza sanitaria. Le piccole e medie imprese liguri, i liberi professionisti, gli artigiani e in generale tutte le nostre aziende, si trovano ora in una situazione in cui non riescono più a fatturare e non potranno continuare così per molto”.

Così, la capogruppo regionale Alice Salvatore, che poi aggiunge: “Per questo lancio al Governatore Toti la mia proposta. Togliamo le imposte regionali ai Liguri per tutto il 2020. Non sto dicendo semplicemente di rimandarle o derogare alcune scadenze fiscali di un paio di mesi, perché le micro, piccole e medie imprese che ora non guadagnano impiegheranno del tempo per riprendersi, e fra 30 o 60 giorni non avranno comunque i soldi per pagare le imposte”.

“La vera manovra economica per sostenere la nostra Regione è dunque di annullare completamente le imposte regionali e le addizionali per l’anno in corso. Una misura che va estesa a tutti coloro che non hanno più la possibilità di guadagnare soldi e quindi pagarle. Il Governatore ha il potere di farlo e allora lo faccia immediatamente, perché in gioco c’è la sopravvivenza stessa della Liguria e del suo tessuto produttivo”.

“Non bisogna mai compiere l’errore di credere che i grandi numeri e l’alta finanza siano slegati dall’economia reale. La credibilità della finanza, delle grandi istituzioni bancarie, e persino delle borse, rimane comunque “sopra” livelli accettabili perché “sotto”, nell’economia reale, esiste un tessuto economico che produce! Nel momento in cui questo dovesse danneggiarsi in maniera irrimediabile, tutte le attività finanziarie, anche di alto livello, e lo stesso Stato, potrebbero crollare, senza nessuno disposto a investire e ad acquistare i nostri titoli a un prezzo decente”.

“Questo è il momento di dare un’iniezione di fiducia fondamentale all’economia della nostra Regione e dare respiro alle PMI e ai liberi professionisti, che sia d’esempio per il resto del Paese – conclude Salvatore -. Togliamo le imposte per il 2020, lasciamo respirare le piccole e medie imprese. Diamo loro il tempo di riprendersi da questa gravissima situazione, che compromette le attività economiche e i ricavi dei lavoratori”.