Intervento

Coronavirus, Salvatore (M5s): “Fare subito inchiesta rapidissima sulle condizioni del Villa Scassi” fotogallery

Dopo le rivelazioni choc di due medici dell'ospedale a Genova24

Generica

Genova. “Ci vuole un’inchiesta rapidissima per capire in che condizioni è l’accoglienza e il lavoro di medici, infermieri e operatori socio-sanitari del Villa Scassi. Subito”. Lo dice la capogruppo del Movimento 5 Stelle in consiglio regionale, Alice Salvatore, dopo la testimonianza di due medici dell’ospedale che a Genova24 hanno denunciato le gravi carenze che avrebbero portato il personale a dover scegliere chi curare, lasciando morire i pazienti con meno opportunità di salvarsi.

“Non solo sarebbe orribile sotto l’aspetto umano, ma anche penale in quanto, secondo le dichiarazioni dell’assessore Viale, ci sono ancora posti liberi di terapia intensiva in Liguria, quindi nessuno al momento dovrebbe essere costretto a scegliere chi curare – continua Salvatore – “Ora serve chiarezza. In questa situazione nessuno può andare di persona a controllare, senza permesso e senza protezioni per i pazienti”.

Ieri abbiamo pubblicato la versione ufficiale di Asl 3 e quella del presidente ligure Giovanni Toti, che smentiscono il racconto dei due medici intervistati. “Chiedo un chiarimento, non dico che le notizie uscite siano vere o false, non lo so – continua Salvatore -. Ma ci vuole assolutamente un chiarimento ufficiale che non sia però una semplice dichiarazione di un singolo. Ci vuole della documentazione e servono prove: l’assessorato alla sanità indaghi e verifichi. Questo va fatto ora”.

leggi anche
Generica
Replica
Coronavirus, Toti sul caso Villa Scassi: “Nessuno è morto perché non ha ricevuto cure adeguate”
Ambulanza giorno pronto soccorso Villa scassi generica
Replica
Coronavirus, Asl 3 sulle dichiarazioni shock dei medici del villa Scassi: “Tutte le situazioni sono gestite”
Generica
Diario di guerra
Coronavirus, rivelazioni choc dai medici del Villa Scassi: “Costretti a lasciarli morire, è una mattanza”
Generica
Si respira
Coronavirus, rientra l’emergenza: anche al Villa Scassi smontata la tenda anti contagio