Quantcast
Controlli

Coronavirus, sala giochi di Molassana ignora il divieto: chiusa dai carabinieri

Il decreto vieta di tenere aperto al pubblico, denunciata la proprietaria

slot machine sala giochi

Genova. I carabinieri hanno denunciato una donna di 34 anni proprietaria di una sala giochi, a Molassana, che ieri era rimasta aperta nonostante il divieto previsto dal decreto della presidenza del consiglio per l’emergenza Coronavirus.

I militari hanno fatto allontanare i presenti e hanno denunciato la donna per inosservanza dei provvedimenti dell’autorità. Il locale è stato chiuso come prevede la legge.

In Liguria, come in tutte le altre regioni al di fuori della zona rossa, sono aperti i bar e i ristoranti senza vincolo d’orario ma con l’obbligo di far rispettare la distanza di un metro tra le persone. Devono invece rimanere chiusi i pub, le scuole di ballo, le sale giochi, scommesse e bingo, le discoteche e i locali assimilati. Chiusi anche cinema e teatri.

 

 

Più informazioni
leggi anche
Generica
Fermati
Coronavirus, turisti in fuga dalla zona rossa tentano di imbarcarsi su un traghetto a Genova
Telefonino cellulare
Memento
Coronavirus, dalle 14 scatta in Liguria l’obbligo di autosegnalarsi per i cittadini provenienti dalle zone rosse
Generica
Stop
Coronavirus, niente sapone e disinfettanti, i lavoratori Mittal fermano i reparti di Cornigliano
Messa Mercoledì Santo
Su tutta la liguria
Coronavirus, sino al 3 aprile stop a messe, funerali, rosari, battesimi, matrimoni e attività parrocchiali
Generica
La sfida
Coronavirus, in treno da Genova alla zona rossa e non solo per lavoro: “Non abbiamo paura”