Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Coronavirus, morta turista 86enne al San Martino: era in quarantena ad Alassio

Proveniente da Castiglione d’Adda, aveva già problemi di salute ed era stata trasferita al policlinico. Al San Martino altri 2 pazienti in terapia intensiva

Più informazioni su

Genova. È deceduta una turista di 86 anni proveniente da Castiglione, risultata positiva al Coronavirus e che aveva soggiornato all’hotel Bel Sit, poi messo in quarantena ad Alassio.

L’anziana presentava un quadro clinico complesso dovuto a diverse patologie pregresse ed era risultata positiva al coronavirus. Diventata sintomatica, era stata ricoverata al San Paolo di Savona e successivamente trasferita al San Martino, dove è stata gestita in collaborazione tra infettivologi e anestesisti presso la Clinica di Malattie Infettive. Era stata posta in ventilazione assistita ma le condizioni si sono aggravate nella notte ed è deceduta per insufficienza respiratoria.

L’emergenza, presso l’hotel alassino, era iniziata martedì scorso, proprio con un primo caso di contagio da Coronavirus riscontrato su una turista preveniente da Castiglione d’Adda.

All’interno degli hotel (coinvolto nell’isolamento anche il vicino hotel Al Mare, collegato al Bel Sit), inizialmente erano presenti 140 persone in totole, tra turisti e dipendenti. Ma poi, nel corso della settimana appena trascorsa, la maggior parte degli ospiti sono stati riaccompagnati presso i propri comuni di residenza. Alcuni, invece, erano stati trasportati al San Martino di Genova per ricevere le cure del caso. Tra questi, anche l’86enne, che aveva già problemi di salute. Una concatenazione di eventi, unita al contagio di Coronavirus, che è stata letale.

Intanto sono attualmente ricoverati presso il reparto di Terapia Intensiva del Monoblocco del San Martino 2 pazienti, di anni 80 e 84, in assistenza respiratoria assistita. Ne reparto di Malattie Infettive si trovano invece 4 pazienti affetti da Covid19 (3 donne di 64, 73 e 90 anni + 1 uomo di 75 anni), tutti con plurime patologie concomitanti, in discrete condizioni generali di salute, sottoposti a terapie antivirali e antibiotiche.