Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Coronavirus, in Liguria 23 contagiati. Tre pazienti sono in prognosi riservata

466 le persone in sorveglianza attiva. Stamani il decesso della donna di 86 anni, il secondo in Liguria

Più informazioni su

Genova. Sono 23 i casi positivi di coronavirus in Liguria a cui si aggiunge il decesso della donna di 86 anni avvenuto stamattina all’ospedale San Martino che arrivava da Castiglione d’Adda, oltre al decesso nell’albergo di Laugueglia. In totale dall’inizio dell’emergenza sono stati 25 i contagiati.

Per quanto riguarda i ricoverati al momento 2 si trovano in ospedale a Sanremo, 2 ad Albenga, 1 a Savona e 1 a Spezia che sono stabili e in buone condizioni

“Al San Martino sono centralizzati nell’hub regionale 4 pazienti in malattie infettive e 4 in terapia intensiva con respirazione assistita, di cui tre sono al momento in prognosi riservata mentre il quarto è stabile” ha spiegato il primario di malattie infettive del nosocomio genovese Matteo Bassetti. Tra loro una donna di novant’anni che è stata intubata questo pomeriggio.

Le persone in sorveglianza attiva sono attualmente 466, la maggior parte nella Asl2. In dettaglio si trovano in sorveglianza attiva Asl 1: 27 pazienti in Asl1, 249 in Asl2, 56 in Asl3, 42 in Asl4 e 92 in Asl 5.

Al momento i tamponi in corso: 11 in lavorazione, 14 in totale perché 3 sono in arrivo.

Il governatore della Regione Liguria Giovanni Toti ha confermato che è risultato negativo al coronavirus il tampone effettuato sul marittimo imbarcato su una nave container di stanza a Vado Ligure.

In queste ore sono in corso i trasferimenti dei 39 ospiti dell’hotel Corallo di Finale Ligure. Questa mattina, invece, sono stati riaccompagnati a casa otto persone (sei del comune di Maleo e due di Codogno) in sorveglianza attiva presso un hotel di Alassio.

Gli otto erano arrivati un giorno prima che scattasse il decreto del presidente del consiglio dei ministri che individuava le loro città come zona rossa. Finivano la quarantea dopodomani, ma per scelta loro e dell’apparato sanitario ligure stamttina sono stati riaccompagnati al loro domicilio.

L’assessore alla sanità Sonia Viale ha anche spiegato che si sono stati “riscontri positivi per la disponibilità dei medici per l’assistenza territoriale nella Asl3.. Sono 33 medici i medici che hanno dato disponibilità. Questa misura va nella direzione di evitare il più possibile l’ospedalizzazione delle persone”.