Quantcast
Il caso

Coronavirus, genovesi bloccati a Cuba: scambio di lettere tra Toti e Di Maio

Il ministro degli Esteri ha assicurato al governatore che si occuperà del caso

genovesi a cuba

Genova. Colloquio telefonico e scambio di lettere questa mattina tra il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti e il ministro degli Esteri Luigi Di Maio in relazione a due liguri che, pur risultati negativi al test Covid-19, sono bloccati in quarantena a Cuba a causa della pandemia da Coronavirus.

Nella sua lettera, il governatore ha segnalato al titolare della Farnesina “il caso di Marta Cavallo e Filippo Colotto, due cittadini italiani, liguri, arrivati a Cuba il 27 febbraio e posti dalle autorità in stato di quarantena nonostante risultino, al momento, negativi al test Covid-19. I nostri connazionali sostengono in numerosi appelli stampa che la loro situazione rappresenta diverse criticità”.

“In qualità di Autorità nazionale di politica estera – prosegue Toti – Ti chiedo di interessare la nostra Ambasciata a Cuba al fine di verificare lo stato delle cose, non avendo la Regione competenza specifica in materia. Ti pregherei di volermi informare quanto prima delle condizioni dei nostri due connazionali e delle azioni intraprese”, conclude il governatore”.

Il ministro Di Maio ha risposto che si occuperà del caso e terrà informato il presidente Toti, in modo da monitorare congiuntamente l’evolversi della situazione.

Più informazioni
leggi anche
genovesi a cuba
In contatto
Coronavirus, per i genovesi bloccati a Cuba al lavoro la Farnesina: “Massima attenzione”
genovesi a cuba
In trappola
Coronavirus, coppia di Genova in isolamento forzato a Cuba: “Fateci rientrare in Italia”
genovesi a cuba
Buona notizia
Coronavirus, svolta per i genovesi bloccati a Cuba: dimessi, rietreranno in Italia martedì