Quantcast
Emergenza

Coronavirus, è ufficiale: scuole chiuse fino 15 marzo. Il Governo: “Non è stata una scelta semplice”

Niente strette di mano, niente abbracci, basta meeting e congressi, stop alle manifestazioni, anche a quelle sportive

Scuole disinfettante Coronavirus

GenovaE’ ufficiale: scuole chiuse da domani fino al 15 marzo, in Liguria come in tutta Italia. “Per il governo non è stata una decisione semplice, abbiamo aspettato il parere del comitato tecnico scientifico e abbiamo deciso di sospendere le attività didattiche da domani al 15 marzo”, ha detto il ministro dell’istruzione Lucia Azzolina parlando a Palazzo Chigi.

La nuova misura sarà contenuta in un decreto del Governo con disposizioni ancora più stringenti per arginare il contagio da coronavirus.

La decisione “ci vede concordi, ci sembra l’unica possibile e conferma che la nostra linea della prudenza era giusta – commenta il presidente della Liguria Giovanni Toti –. Tenere chiuse le scuole in tutta la Liguria, nonostante questo non fosse previsto dal decreto del Governo, adottato il primo marzo, è stata una scelta corretta e lungimirante. Continueremo a tutelare la salute dei nostri cittadini con decisione e senza tentennamenti. Già oggi chiederò all’esecutivo aiuti per le famiglie che inevitabilmente subiranno disagi per questa decisione e per tutti i lavoratori non garantiti chiederemo misure di sostegno al reddito. Non molliamo”.

Intanto è arrivato il via libera definitivo dell’Aula del Senato al dl sull’emergenza coronavirus. Il testo è stato approvato a Palazzo Madama con 234 voti a favore, cinque astenuti e nessun contrario.

Gli italiani dovranno cambiare stile di vita almeno per 30 giorni. Niente strette di mano, niente abbracci, basta meeting e congressi, stop alle manifestazioni, anche a quelle sportive. Le partite di calcio, semmai, potranno avvenire solo a porte chiuse. Ma si deciderà nelle prossime ore la soluzione definitiva. Il governo mira anche a potenziare il sistema sanitario, con un aumento del 50% dei posti nelle terapie intensive, quelle più sotto pressione in emergenza coronavirus. Per quel che riguarda lo sforamento del deficit, la richiesta potrebbe arrivare venerdì in Parlamento.

Smart working Pa, ok computer personali. Le amministrazioni pubbliche, vista anche l’emergenza legata al Coronavirus, sono invitate a incentivare lo smart working e se non ci sono abbastanza computer o comunque c’è “indisponibilità o insufficienza di dotazione” allora il dipendente “che si renda disponibile” può anche utilizzare “propri dispositivi” come pc o tablet. E’ quanto si legge nella nuova circolare della ministra della P.a, Fabiana Dadone, con indirizzi di portata generale. Devono essere garantiti, si “adeguati livelli di sicurezza e protezione della rete”.

leggi anche
coronavirus Alassio
Indagini in corso
Coronavirus, c’è il primo morto ligure: 5 sanitari in isolamento ma è giallo sull’origine del contagio
Coronavirus, sul treno fantasma coi pendolari Genova-Milano: cronaca di un viaggio surreale
Prevenzione
Coronavirus, non solo scuole chiuse: ecco tutti i divieti che stravolgeranno la nostra vita quotidiana
soleluna movida discoteca
L'altra faccia
Coronavirus, quando le disco non aprono, i baristi ballano: scontro tra categorie per i bar trasformati in locali
Generica
Il parere
Coronavirus, scuole chiuse? Bassetti: “Scelta politica, finora il Governo non ne ha imbroccata una”
I ponti di Renzo Piano (e non solo)
Disposizioni
Coronavirus, ecco cosa sarà chiuso e cosa rimarrà aperto al Porto Antico di Genova
Scuola albisola
Ossigeno
Scuole chiuse per coronavirus, bonus per 2mila famiglie in Liguria: ecco come ottenerlo