Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Coronavirus, Banca Carige: permesso retribuito per dipendenti con figli under 12

Per i dipendenti che non hanno possibilità di lasciarli in custodia ad altri

Genova. I dipendenti di Banca Carige che hanno figli con meno di 12 anni che non hanno altra persona a cui lasciarli in custodia durante il periodo di sospensione delle attività scolastiche. Ai dipendenti in questa condizione viene consentito di restare a casa con permesso retribuito fino a 5 giorni lavorativi.

“Le disposizioni riguardanti l’emergenza Covid-19  spesso comportano un impegno importante sia sotto il profilo organizzativo che economico da parte delle famiglie con figli piccoli – dichiara l’amministratore delegato Francesco Guido – un impegno e una responsabilità che la Banca intende condividere con le proprie Persone anche con questa iniziativa che riguarda la sospensione straordinaria e retribuita per una settimana dell’attività lavorativa a mamme e papà in difficoltà”.

Per quanto riguarda gli aspetti logistico-organizzativi legati all’emergenza e lo svolgimento delle attività commerciali, Banca Carige ha aderito alle disposizioni governative e ne cura l’applicazione nel dettaglio con particolare attenzione ai temi della mobilità da limitarsi in conformità agli obblighi espliciti imposti dal dettato legislativo.

“Carige si adopererà pertanto affinché la sua funzione di assistenza finanziaria alle imprese, che vivono una situazione di grande difficoltà e dalla cui sopravvivenza dipendono posti di lavoro, e alle famiglie, per ogni loro esigenza di spesa impellente o di tutela del risparmio, sia svolta soltanto con riferimento alle situazioni di urgenza effettiva – evidenzia Francesco Guido – e comunque nel più assoluto rispetto delle regole di sicurezza per la salute dei clienti e del Personale, disciplinando gli accessi in filiale nella misura minima possibile e con l’osservanza scrupolosa delle distanze di sicurezza. In tal modo la Banca intende interpretare in modo responsabile il suo ruolo di sostegno alla società e al contesto economico”