Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Coronavirus, a Genova i controlli della polizia locale anche con i droni (ma solo nel weekend) foto

Oggi il test al Righi e in corso Italia, dove non c'era nessuno. Attività possibile dopo il via libera dell'Enac

Genova. Al via il controllo del territorio con i droni nel Comune di Genova per il rispetto del decreto Coronavirus e delle ordinanze regionale e comunale.

Generica

Si tratta di una misura della Polizia Locale e del Comune di Genova resa possibile dalla collaborazione un’azienda genovese privata del settore che mette in campo gratuitamente, a favore della collettività, operatori e piloti droni certificati Enac, normalmente impiegati anche per operazioni critiche.

“Oggi – dice l’assessore alla Sicurezza Stefano Garassino – si è svolta la prima operazione-test che ha puntato l’obiettivo della telecamera del drone su due delle zone più soggette ad assembramenti nonostante i divieti, anche se, fortunatamente, il numero delle inosservanze sta nettamente calando: il Righi e la passeggiata di Nervi”.

Tre pattuglie, ovvero sei uomini, del reparto Sicurezza urbana hanno partecipato alla prima giornata di controlli, pronti a intervenire nel caso in cui il drone avesse inquadrato assembramenti, situazione che, fortunatamente, oggi non si è verificata. Con loro tre operatori della JPDroni che hanno indirizzato il loro quadricottero secondo le indicazioni degli agenti.

Visto il buon esito del test, la sorveglianza del rispetto del decreto e delle ordinanze tramite droni e pattuglie di polizia locale sarà ripetuta nel fine settimana.