Quantcast
A genova

Carceri in rivolta per coronavirus: due detenuti in isolamento a Genova, ma “situazione tranquilla”

Nelle prossime ore arriveranno alcuni carcerati da Modena "e la potrebbe creare tensione"

carcere marassi

Genova. La situazione delle carceri liguri sarebbe tranquilla e sotto controllo, in controtendenza rispetto agli episodi segnalati in altre situazioni nazionali. Ma ci sarebbero due detenuti in isolamento in attesa di verifiche sanitarie su un eventuale contagio da Covid-19

A riferirlo Fabio Pagani della Uilpa Liguria: “I nostri carcerati hanno capito la comunicazione dello stato – spiega – e ad oggi si è registrato un solo piccolo episodio di tensione a La Spezia, quando quattro detenuti hanno provato a scavalcare una recinzione durante l’ora d’aria, subito però fermati dal personale della polizia penitenziaria”.

Ad oggi per ogni detenuto sarebbe garantita la possibilità di colloqui con un familiare alla volta, invece che i soliti quattro, con la possibilità di ulteriori telefonate e comunicazioni via Skype. Misure dettate dai provvedimenti di sicurezza emanati dal governo per l’emergenza del Coronavirus: nel frattempo due detenuti sarebbero in isolamento, in attesa di verifiche sanitarie su un eventuale positività al covid-19

Una situazione quindi sotto controllo, almeno per il momento: “Nelle prossime ore arriveranno cinque detenuti a San Remo e 3 a La Spezia da Modena, che è in zona rossa, e la cosa potrebbe destabilizzare la situazione – ha concluso Pagani – Ma noi siamo pronti a intervenire”.

Più informazioni
leggi anche
coronavirus Alassio
Tutti a casa
Emergenza coronavirus, tutta Italia è “zona protetta”