Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

“Un vescovo sulle orme di Papa Francesco”, la petizione dei fedeli genovesi per il successore di Bagnasco

"Serve una persona che difenda ambiente, la donna e la giustizia sociale"

Genova. Una figura che sappia interpretare la difficile situazione genovese ma anche la spinta rinnovatrice portata dal Papa Francesco e le sfide contemporanee.

Questa in estrema sintesi la richiesta formulata da un gruppo di fedeli, formalizzata in una petizione on line, e che in poche ore ha già fatto registrare centinaia di sottoscrizioni; il mandato di Angelo Bagnasco, infatti, è terminato, e sono iniziate le consultazioni, promosse dallo stesso pontefice in senso allargato: “La chiesa cattolica è oggi ad un bivio tra un processo di rinnovamento missionario che rimette al centro i valori evangelici, processo favorito e incarnato da Papa Francesco, e la tendenza ad un “accanimento dottrinale”, di difesa e conservazione dell’esistente, di separazione tra “puri e impuri”, spesso in nome di tradizioni che hanno caratterizzato solo una parte della chiesa e un pezzetto della sua storia”, si legge nel testo della petizione.

Documento che riporta un “decalogo” di esigenze per la diocesi genovese, emerse dal dialogo tra fedeli, una sorta di ‘wish-list’ per il vescovo che verrà: tra queste il nuovo ruolo delle parrocchie, la promozione della Donna, la denuncia delle ingiustizie sociali e l’accoglienza, trasparenza delle gestione economica e la difesa “della casa comune”, cioè dell’ambiente, vista come “la sfida di questo secolo”.

“Desideriamo chiamare, accogliere e accompagnare a servizio della nostra città un Vescovo in grado di mettersi con umiltà e determinazione di fronte a tutto questo; che abbia la capacità di ascoltare, chiedere consigli e sintetizzare la pluralità – scrivono – che abbia la volontà di rendere conto delle sue scelte e delle sue azioni; che cerchi di includere e non di allontanare chi la pensa diversamente; che frequenti abitualmente le periferie esistenziali e gli “ultimi” del territorio. Una persona che sia presente ogni giorno e che sia facilmente accessibile. Un Vescovo che intenda seguire, imitare e applicare il magistero e lo stile di Papa Francesco”.